Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player PE Vietnam reagiscono a nuovo dazio doganale

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 14/12/2017 (19:06)
I player in Vietnam hanno iniziato a esprimere le loro reazioni ai nuovi dazi doganali del 5% su alcuni gradi di PE, annunciati il 16 novembre 2017 e in vigore dal 1° gennaio 2017.

Alcuni player hanno espresso dei dubbi sulla possibilità che i nuovi dazi vengano applicati o meno, sostenendo che le condizioni economiche non sono tanto forti da supportare un aumento del genere, mentre i livelli di mercato prevalenti sono già alti.

Un trasformatore ha affermato "Il tema principale nel mercato sono i nuovi dazi doganali applicati ad alcuni gradi di PE nel 2018. Tuttavia ci sono alcune lacune nei documenti e non sappiamo come saranno le condizioni di mercato al momento dell’applicazione dei nuovi dazi. Stiamo acquistando dei carichi per evitare l’impatto dell’imposta, tuttavia gli acquisti sono limitati perché non siamo certi del successo della nuova normativa".

Un altro trasformatore ha commentato "Abbiamo sentito della nuova normativa sui dazi doganali per il PE in Vietnam. Crediamo che il processo debba essere monitorato con attenzione perché ci sono ancora dei punti poco chiari. Il governo aveva annunciato un aumento della tassa sul PP negli ultimi anni, tuttavia è stata prima cancellata e poi rimandata. Crediamo che un caso simile sia possibile per il PE perché l’imposta è leggermente alta e le condizioni del mercato non sono abbastanza forti da supportare questa politica".

Un terzo trasformatore ha osservato "Non crediamo che il nuovo dazio sia attuabile nel caso in cui l’applicazione dell’imposta sia alta. Se il governo attuerà la nuova politica, i trasformatori locali e le fabbriche saranno in difficoltà e le possibilità di competere con le società straniere saranno inferiori".
Prova Gratuita