Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player asiatici rispondono al voto Brexit

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 28/06/2016 (18:36)
Il voto del Brexit ha scosso i mercati non solo in Europa ma anche in Asia in quanto diversi player hanno riportato di essere stati cauti questa settimana. Nonostante questa notizia abbia causato agitazione in particolare nel Sudest Asiatico, i player in Cina hanno riportato che i prezzi sono ancora in rialzo.

Un produttore in Tailandia ha commentato, “La domanda è rallentata per la stagione delle piogge. Inoltre, la decisione del Regno Unito di lasciare l’UE ha condizionato soprattutto i mercati dell’export”. Il produttore pensa che il sentimento rialzista potrebbe non essere così forte come nelle settimane precedenti in quanto il mercato al dettaglio è ancora debole. Quindi, preferiscono aspettare di avere una visione più chiara del mercato.

Un trader in Vietnam ha affermato che i player stanno acquistando con cautela in seguito all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Il trader crede che lo slancio rialzista sia insostenibile in quanto la domanda dall’Europa non è così forte e i player del mercato resteranno ai margini per l’impatto e le incertezze del Brexit. Un produttore di borse in plastica in Vietnam ha riportato di aver preso una posizione di attesa per il calo del petrolio in seguito alla notizia del Brexit.

Intanto, un produttore di PVC in Cina ha riportato di non aver visto un impatto del Brexit per ora. Ha affermato, “Tuttavia le attese indicano una domanda in contrazione in Europa dopo qualche tempo”. Un trader ha fatto un commento simile, asserendo, “La Borsa è calata ma in seguito ha pareggiato le perdite. Nonostante si continui ad acquistare su necessità, i prezzi import e locali sono rimasti in aumento”. Un altro trader ha attribuito gli aumenti di prezzo registrati nelle ultime due settimane agli aumenti significativi dei prezzi dei future e alle scorte ridotte sia sul mercato import che su quello locale.
Prova Gratuita
Login