Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player europei PVC si interrogano su prospettive future per outlook domanda incerto

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 25/06/2020 (15:33)
Avendo chiuso le trattative di giugno con aumenti in media di €30/ton, i buyer di PVC hanno spostato l’attenzione su luglio. I player europei stanno discutendo riguardo alle prospettive future per il PVC con il sostegno dei costi da una parte e l’outlook incerto della domanda dall’altro considerando l’avvicinarsi della stagione estiva.

Il mercato del PVC dovrebbe estendere gli aumenti a luglio dato che il contratto dell’etilene imminente dovrebbe essere chiuso con aumenti di circa €60/ton. Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, i prezzi spot dell’etilene su base FD NWE hanno toccato i massimi di più di 3 mesi dopo avere registrato aumenti di circa €100/ton dalla fine di maggio.

I produttori mirano ad aumentare i prezzi di PVC per il secondo mese consecutivo dato che i costi in rialzo mettono pressione sui margini. Inoltre, i prezzi del PVC sono ancora a livelli abbastanza bassi nonostante gli aumenti di giugno. In seguito ai rapidi aumenti nella vicina Turchia, il mercato spot della regione non ha quasi più un premio sui prezzi del K67 esenti da dazio in questo paese, hanno mostrato i dati di ChemOrbis.

Anche se i consumi complessivi non sono riusciti a raggiungere i livelli precedenti alla pandemia, la domanda è stata leggermente più alta rispetto ai mesi precedenti. La riapertura dei cantieri ha avuto un impatto significativo sulla ripresa della domanda di PVC, che potrebbe continuare a sostenere i prezzi durante i mesi estivi.

Dall’altra parte, alcuni buyer hanno preferito acquistare prudentemente del materiale in vista della stagione estiva, durante la quale la domanda solitamente rallenta.

I produttori europei hanno registrato dei buoni volumi di vendita nei mercati di esportazione a causa dei netback allettanti considerando i prezzi in rialzo durante gli ultimi mesi. Alcuni player hanno affermato che i produttori potrebbero destinare i carichi ai mercati di esportazione, dove il vantaggio di prossimità va meglio, nel caso in cui la domanda non sia soddisfacente nei propri mercati regionali.
Prova Gratuita
Login