Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player europei di PP, PE in attesa dei contratti dei monomeri di maggio

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 27/04/2020 (11:02)
Il sentimento cautamente ottimista nei mercati europei di PP e PE ha iniziato a vacillare dopo il crollo del petrolio. Con i mercati delle materie prime che danno segnali di debolezza, alcun i player si stanno preparando a un altro mese di diminuzioni. Tuttavia, i produttori potrebbero cercare di applicare dei rollover su alcuni gradi la cui domanda resta promettente e per cui sono emersi dei problemi di produzione.

Pressione dai costi mina il sentimento

Le speranze di vedere una stabilizzazione dei prezzi sono state in parte ostacolate dopo che il petrolio WTI USA è andato in territorio negativo per la prima volta nella storia. I future del petrolio hanno in parte recuperate le perdite precedenti alla fine della scorsa settimana. Tuttavia, questo crea una certa pressione sui monomeri e, di conseguenza, sulle poliolefine.

Contratti C2, C3 di maggio attesi in forte calo

I prezzi spot della nafta hanno registrato una reazione di riflesso al calo del Brent. I prezzi spot della nafta su base CIF NWE hanno oscillato sui livelli più bassi da quando ChemOrbis ha iniziato a tenerne traccia a dicembre 2007. I dati mostrano inoltre che i prezzi spot dei monomeri su base FD NWE sono diminuiti di circa il 20% per l’etilene e del 4% per il propilene da fine marzo.

I contratti di maggio dovrebbero chiudere con cali di €50-70/ton per il propilene e di €80-100/ton per l’etilene.

Cambierà la domanda?

Anche se l’accaparramento di cibo e di prodotti per l’igiene è rallentato dopo la corsa agli acquisti di marzo, l’interesse all’acquisto per il packaging flessibile e le applicazioni mediche, comprese le mascherine e i guanti protettivi, resterà forte il prossimo mese. Le preoccupazioni per l’ambiente sono passate in secondo piano a causa delle preoccupazioni per il virus che hanno spinto le persone ad acquistare alimenti imballati.

Dall’altra parte, la domanda è diminuita per altre applicazioni nei settori dell’arredamento, dell’automotive, degli elettrodomestici, delle costruzioni e dei tubi.

Diversi paesi europei hanno fatto dei cauti passi avanti per un graduale ritorno alle attività imprenditoriali per mitigare gli effetti sull’economia, allentando le misure di lockdown in linea con l’abbassamento della curva. I paesi hanno però ribadito che l’abbassamento della curva sarà lento e graduale visto che il pericolo resta, mentre Italia, Francia e Regno Unito hanno riportato un aumento dei nuovi casi. La Spagna intanto ha esteso lo stato di emergenza al 9 maggio.

Le preoccupazioni sui livelli di consumo restano in atto. L’atteggiamento di cautela visto l’outlook negativo potrebbe frenare l’interesse all’acquisto a maggio.

La ripresa delle attività nei settori delle costruzioni e dell’automobile dovrebbero supportare una ripresa della domanda per i relativi prodotti nel lungo termine, come sostenuto da alcuni player.

Cosa aspettarsi da maggio?

Per maggio sono emerse attese di stabilità o nuovi ribassi in modo più frequente. Alcuni produttori sono rimasti fermi sulle loro attese di stabilità, facendo leva sulla disponibilità corta di alcuni gradi e sui problemi di produzione nella regione. Secondo fonti di mercato, LyondellBasell ha dichiarato forza maggiore sull’offerta di PP dall’impianto di Brindisi in Italia.

L’offerta di LDPE è più corta a causa della domanda migliore e delle importazioni in calo. Questo ha spinto alcuni produttori nella regione a chiudere gli ordini di aprile a metà mese. Inoltre, alcuni player sostengono che l’assenza di importazioni di PE dagli USA possa sostenere i produttori domestici nella regione.

I buyer hanno commentato “Siamo fermi al momento perché aspettiamo di vedere le chiusure dei monomeri. Non siamo certi di quello che potrebbe portare il mese di maggio”.

Un player ha osservato “I prezzi potrebbero seguire lo stesso trend di aprile. I produttori hanno evitato di riflettere l’intero calo dei monomeri sulle offerte di PP e PE e hanno ottenuto la metà delle diminuzioni dei monomeri nella maggior parte dei casi”.

Prova Gratuita
Login