Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Player europei di PP, PE si preparano a nuovi aumenti a tre cifre per febbraio

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 25/01/2021 (12:24)
In Europa, i player si aspettano un nuovo giro di aumenti dovuti all’offerta per l’inizio di febbraio. I fornitori di PE hanno chiuso gli ordini prima della fine del mese a causa delle limitazioni dell’offerta. I fornitori di PP, intanto, continuano ad avere scarsa disponibilità per la mancanza di importazioni dai principali fornitori e l’attività di export dei fornitori regionali.

Trattative di gennaio chiuse con aumenti fino a €200

I fornitori regionali hanno ottenuto aumenti notevoli sulle trattative di PP e PE di gennaio, supportati principalmente dalle limitazioni dell’offerta e dalla domanda robusta di prodotti alimentari e farmaceutici per via della pandemia. Gli aumenti ben al di sopra degli incrementi dei monomeri sono stati quindi assorbiti, con transazioni concluse in rialzo di €150-200/ton su dicembre 2020.

Prezzi toccano nuovi massimi, LD in Italia recupera premio su mercati globali

Secondo i dati medi settimanali del Price Index di ChemOrbis, dopo gli aumenti di gennaio i prezzi spot dell’LDPE hanno toccato nuovi massimi da ottobre 2017 in Italia e da febbraio 2018 nel Nord Europa.

Il mercato dell’LDPE in Italia aveva iniziato a essere commercializzato con un premio più ridotto rispetto agli altri mercati, compresi Turchia, Egitto, Cina e Sudest Asiatico, da circa settembre 2020 ed era sceso sotto questi mercati in autunno inoltrato. Questo perché i mercati europei di PE non erano riusciti a seguire gli aumenti dei mercati globali. I prezzi di LDPE in Italia hanno recuperato il loro premio su questi mercati a inizio gennaio.

In circostanze normali, l’Italia avrebbe un premio sugli altri mercati. I prezzi dell’LDPE di importazione nei mercati sopra menzionati sono su base CIF, esclusi dazi e costi di trasporto interni. I prezzi dell’LDPE locale in Italia sono per carichi in pronta consegna, inclusi tutti i dazi se applicabili e i costi di consegna agli impianti dei buyer.

Secondo i dati medi settimanali del Price Index di ChemOrbis, l’equivalente in dollari USD dei prezzi spot di LDPE in Italia supera attualmente di $195/ton la Cina e di $110/ton il Sudest Asiatico. Il premio dell’Italia sull’Egitto è aumentato a circa $90/ton, mentre i prezzi di LDPE in Italia hanno un premio di $45/ton sui prezzi di LDPE in Turchia. I dazi doganali sulle offerte dell’LDPE di importazione sono esclusi per poter fare una comparazione netta.



I prezzi spot di PP omo e PPBC iniez. in Italia e Nord Europa sono ai loro livelli massimi da giugno 2019, secondo i dati di ChemOrbis.

Attese per febbraio indicano nuovi aumenti

Le prime indicazioni mostrano che i mercati delle poliolefine si preparano a un nuovo giro di forti aumenti per lo sbilanciamento tra domanda e offerta che potrebbe durare ancora un po’, vista la mancanza di import e i costi elevati delle materie prime.

I contratti dei monomeri di febbraio dovrebbero chiudere con aumenti a causa del fatto che i prezzi spot sono al di sopra dei livelli dei contratti di gennaio, pari a €860/ton per l’etilene e a €800/ton per il propilene. Il premio dei prezzi spot dei monomeri sui livelli a contratto domina le negoziazioni dei contratti mensili. I prezzi spot dell’etilene si sono stabilizzati dopo il riavvio di alcuni cracker, mentre i prezzi del propilene continuano ad aumentare per l’offerta corta.

Questo e i prezzi elevati della nafta, che hanno toccato i massimi dell’ultimo anno, potrebbero aprire la strada a nuovi aumenti nelle chiusure mensili dei monomeri, anche se l’entità degli aumenti resta in discussione.

I player si aspettano aumenti fino a €100/ton per il propilene e di €50/ton per l’etilene. Intanto, un player ha condiviso le sue attese per aumenti di €65-80/ton sia per l’etilene che per il propilene.

Fornitori puntano ad applicare nuovamente aumenti superiori a C2, C3

I fornitori di PP e PE puntano ad applicare aumenti più forti del possibile incremento dei monomeri a febbraio, supportati dall’offerta corta e dalla domanda buona. I buyer stavano cercando di fare del pre-buying per le voci di aumento per febbraio, ma non sono riusciti a trovare molto materiale nel mercato spot.

I fornitori hanno fatto sold out o hanno chiuso gli ordini prima del solito per poter coprire le necessità dei buyer il mese prossimo, visti i problemi di offerta che persistono. I distributori hanno riportato “Non ci sono importazioni in arrivo in Europa nel breve termine. La disponibilità spot è corta e questo ha forzato i fornitori a fermare le vendite prima del solito. Le nostre scorte non sono sufficienti a coprire il numero di richieste in crescita”.

I player non ritengono possibile un miglioramento della situazione dell’import durante a febbraio per i problemi legati alle spedizioni. A conferma di ciò, un trader che vende materiale USA ha riportato che i nuovi carichi potrebbero non arrivare prima di aprile. La maggior parte dei player concorda sul fatto che i mercati di PP e PE aumenteranno per il quarto mese consecutivo a febbraio. Le attese indicano aumenti fino a €100/ton sia per il PP che per il PE. Tuttavia, alcuni venditori si aspettano aumenti inferiori a €100/ton per il PE, indicando la domanda moderata di alcuni settori.
Prova Gratuita
Login