Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Polimeri Riciclati - Europa Febbraio 2019

di Marta D'Ortona - mdortona@chemorbis.com
  • 26/02/2019 (16:17)

Month: February 2019
€/ton €/ton
Recycled Grades MinMax
R-PET Flakes Clear/Blue 9301080
R-PET Flakes Mixed Colours660700
R- HDPE Black Corrugated Pipes (PCR*)730900
R- HDPE Black Pipes (PIR**) 9801020
R- LDPE Black Film (PCR*)600640
R- LDPE Film (PIR**)850910
R- homo-PP black injection(PIR**) 820900
R- homo-PP injection (PIR**)930960
R- PPBC injection (PIR**)8501010

* (post-consumer recycle)
** (post-industrial recycle)

Mercato R-PET in aumento in Italia, stabile in NWE

Dopo alcuni mesi di stabilità, il mercato dell’R-PET in Italia ha cambiato direzione questo mese, con aumenti fino a €40/ton sul mese scorso, come ampiamente anticipato nel report dello scorso mese. Al contrario, il mercato dell’R-PET è rimasto per lo più stabile a febbraio in Nord Europa, dove i prezzi continuano a mantenere un premio su quelli italiani.

Il range dell’R-PET in Italia è stato riportato a €960-1020/ton per il grado clear su base FD, mentre i prezzi per l’R-PET light blue sono stati riportati a €930-960/ton con gli stessi termini. Per quanto riguarda l’R-PET colorato, i prezzi sono leggermente aumentati in Italia a €660-700/ton FD. In Nord Europa, i prezzi dell’R-PET grado clear sono stati riportati a €1030-1080/ton FD.

In Italia i prezzi sono aumentati per domanda buona e costi delle bottiglie post-consumo in rialzo. Un riciclatore ha riportato di aver venduto tutti i suoi volumi questo mese e si aspetta nuovi aumenti su marzo. Un altro riciclatore ha dichiarato, “Abbiamo aumentato i nostri prezzi di circa €40/ton per febbraio e pensiamo che il trend rimarrà in rialzo poiché la disponibilità di bottiglie post-consumo si è ridotta durante il periodo invernale, portando a un aumento dei prezzi.” I buyer in Italia hanno confermato di aver acquistato materiale con aumenti sul mese, cercando di fare scorte visto l’inizio dell’alta stagione e le preoccupazioni sull’offerta complessiva di R-PET.

In Nord Europa, dove i prezzi sono rimasti più alti rispetto all’Italia, l’R-PET ha registrato per lo più un trend stabile questo mese grazie all’offerta buona e alla domanda bilanciata. Tuttavia, i player della regione hanno espresso le loro preoccupazioni circa l’offerta di R-PET nel medio termine, considerando la domanda in crescita di R-PET anche dal settore dell’imballaggio. Le aspettative per marzo sono rialziste sia in Italia che in Nord Europa, poiché la domanda dovrebbe rimanere buona. Inoltre, secondo i player, l’offerta complessiva potrebbe non essere sufficiente a soddisfare la domanda di R-PET in crescita per l’alta stagione in arrivo per i settori delle bevande e dell’imballaggio.

R-HDPE ancora sotto pressione a causa dell’HDPE vergine in calo

I mercati dell’R-HDPE hanno seguito un trend da stabile a in leggero calo per il secondo mese consecutivo a febbraio, nonostante ci siano state diminuzioni più limitate questo mese. Secondo i player, i prezzi di R-HDPE post-industriale sono rimasti sotto pressione per il mercato dell’HDPE vergine in calo, causando una riduzione del gap tra materiale vergine e riciclato. Per questo, i prezzi dell’R-HDPE post-industriale hanno registrato leggere diminuzioni di circa €10-20/ton su gennaio. Per quanto riguarda il mercato dell’R-HDPE post-consumo, i prezzi hanno mantenuto un trend stabile questo mese. Un buyer ha commentato, “Il mercato ha cominciato a stabilizzarsi poiché la domanda dovrebbe migliorare in vista dell’alta stagione. La nostra domanda di prodotto finito è migliorata nella seconda metà di febbraio grazie alle buone condizioni meteorologiche.” Per marzo i prezzi non dovrebbero registrare ulteriori diminuzioni, considerando l’inizio dell’alta stagione nel settore edile e un possibile cambio di direzione nel mercato dell’HDPE vergine.

I prezzi di R-LDPE registrano nuovi ribassi riducendo il gap con LDPE vergine

A febbraio i prezzi dell’R-LDPE hanno registrato nuove diminuzioni a causa dei bassi livelli di prezzo toccati dal mercato dell’LDPE vergine. Un distributore ha riferito, “Abbiamo dovuto ridurre significativamente le nostre offerte visto che i prezzi di LDPE hanno toccato la soglia di €1000/ton questo mese. Finora, abbiamo riscontrato difficoltà a vendere il nostro prodotto perché i buyer preferiscono acquistare il prodotto vergine a questi livelli”. Un buyer, che lo scorso mese ha acquistato avvicinandosi ai minimi del range dei prezzi, è riuscito a ottenere un’ulteriore diminuzione di circa €20/ton. “Pensiamo che questo sia l’ultimo mese in ribasso per i prezzi di R-LDPE post-industriale considerando che le aspettative per marzo indicano un possibile aumento dei prezzi per l’LDPE e questo può frenare il trend ribassista nel mercato dei riciclati,” ha riferito un buyer. Le aspettative indicano una stabilizzazione dei prezzi per l’R-LDPE post-industriale a partire dal mese prossimo, ipotizzando che il mercato del PE vergine veda un trend in aumento e il miglioramento delle condizioni di mercato. Per quanto riguarda l’LDPE post-consumo, i prezzi hanno registrato un andamento prevalentemente stabile questo mese.

Mercati R-PP seguono trend da stabile a in leggero calo

I mercati dell’R-PP hanno seguito un andamento per lo più stabile a febbraio, con riduzioni limitate di circa 10€/ton in alcuni casi, grazie alle condizioni di mercato equilibrate. In termini di offerta, i player hanno riferito che la disponibilità non è ampia e questo ha contribuito a mantenere i prezzi in gran parte stabili questo mese. Inoltre, un buyer ha commentato: “I prezzi dell’R-PP non sono più sotto pressione ribassista poiché i mercati del PP vergine si sono stabilizzati questo mese.” Un altro buyer ha riferito che il mercato è stato piuttosto bilanciato questo mese tra l’offerta non ampia e la domanda calma. Per quanto riguarda marzo, i player si aspettano un altro mese con trend stabile mentre escludono nuove riduzioni nel breve periodo.

I range di prezzo riportati includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.

Prova Gratuita
Login