Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Polimeri Riciclati - Europa Ottobre 2019

di Marta D'Ortona - mdortona@chemorbis.com
  • 29/10/2019 (16:45)

Mese: Ottobre 2019
€/ton €/ton
Recycled Grades MinMax
R-PET Flakes Clear/Blue 770960
R-PET Flakes Mixed Colours680720
R- HDPE Black Corrugated Pipes (PCR*)700920
R- HDPE Black Pipes (PIR**) 920960
R- LDPE Black Film (PCR*)580630
R- LDPE Film (PIR**)850910
R- homo-PP black injection(PIR**) 810850
R- homo-PP injection (PIR**)920950
R- PPBC injection (PIR**)8001030

* (riciclato post-consumo)
** (riciclato post-industriale)

R-PET Flakes, pausa dal trend ribassista a ottobre

I prezzi di R-PET Flakes sono rimasti per lo più stabili a ottobre, con leggere variazioni in rialzo o in ribasso a seconda dei diversi gradi.

In Italia, il range dell’R-PET Flakes è stato quotato a €820-880/ton per il grado clear su base FD in Italia, mentre i prezzi di R-PET light blue sono stati riportati a €770-830/ton con gli stessi termini. Per l’R-PET floreale, i prezzi sono stati riportati a €680-720/ton FD. I prezzi di R-PET Flakes per il grado trasparente in nord Europa sono rimasti stabili su settembre a €850-960/ton FD.

Il trend ribassista seguito dall’ R-PET Flakes negli ultimi mesi ha perso slancio a ottobre, con il grado clear rimasto per lo più stabile o in leggero aumento mentre il grado light blue ha visto un leggero calo solo sui minimi del range attuale. Tuttavia i player concordano sul fatto che la domanda non sia stata brillante a ottobre, anche se ha mostrato segnali di miglioramento rispetto a settembre. La maggior parte dei buyer ha riportato di aver limitato gli acquisti alle loro necessità perché avevano già abbastanza scorte. Inoltre, la debolezza nel mercato del PET di prima scelta resta un ostacolo a un aumento della domanda per le scaglie. Tuttavia, un riciclatore in Italia ha commentato “Potremmo vedere un’offerta in calo da novembre perché la disponibilità delle bottiglie post-consumo diminuirà in linea con la fine della stagione per il settore del beverage”. Un distributore in Svizzera concorda, aggiungendo che la domanda potrebbe iniziare a crescere verso la fine dell’anno anche grazie alla crescente attenzione dei trasformatori in merito all’ambiente, che porta a un crescente utilizzo dei materiali riciclati.

Guardando avanti, le attese per i mercati dell’R-PET Flakes indicano stabilità o aumenti per novembre. Alcuni player ritengono che la disponibilità in calo di bottiglie post-consumo potrebbe spingere i prezzi in rialzo, mentre altri ritengono che il mercato non vedrà grandi cambiamenti per la domanda calma. Inoltre, è da vedere se il mercato di PET vergine continuerà a restare in calo, creando ancora pressione sul mercato dell’R-PET Flakes.

Prezzi R-HDPE continuano a perdere terreno a ottobre

Le attività nei mercati dell’R-HDPE non hanno registrato un grande recupero a ottobre e i buyer hanno acquistato su necessità mentre i venditori hanno lamentato delle vendite scarse. I prezzi di R-HDPE hanno registrato leggere diminuzioni di circa €10-20/ton a ottobre mentre diversi buyer hanno deciso di saltare gli acquisti questo mese a causa dell’avvicinarsi della bassa stagione. Un produttore di tubi ha riportato di aver deciso gli acquisti tenendo conto della stagionalità e aggiungendo che la loro domanda di prodotti finiti è stata inferiore alle attese a ottobre. Un altro produttore di tubi ha invece commentato “Abbiamo saltato gli acquisti di materiale riciclato questo mese perché siamo ampiamente coperti, anche se i prezzi sono interessanti perché sono in calo di €10-20/ton rispetto al mese scorso. Tuttavia possiamo dire che la nostra domanda di prodotti finiti è stata migliore rispetto a settembre questo mese soprattutto grazie alle condizioni meteo favorevoli che hanno supportato il settore costruzioni. Ci aspettiamo una domanda più calma il mese prossimo”. I player hanno commentato che, oltre alla domanda calma, il gap ristretto tra HDPE e R-HDPE è rimasto uno dei fattori principali a pesare sul mercato a ottobre. L’outlook per novembre è da stabile a in calo perché lo stato della domanda dovrebbe restare debole, mentre i player monitoreranno anche gli sviluppi dei mercati di HDPE prima scelta.

Mercato R-LDPE resta debole a ottobre

Il mercato dell’R-LDPE (PIR) ha visto nuove diminuzioni a ottobre, nonostante i tentativi iniziali di alcuni fornitori di lasciare i prezzi stabili. Un distributore ha affermato “Abbiamo iniziato a offrire il nostro materiale a rollover, ma abbiamo dovuto applicare diminuzioni fino a €30/ton perché il gap ristretto con l’LDPE di prima scelta sta pesando sul nostro business. Tuttavia abbiamo notato che l’offerta è diminuita questo mese perché il consumo di LDPE di prima scelta è in calo”. Un trasformatore ha riportato che non è possibile usare materiale riciclato per tutte le applicazioni. I prezzi di R-LDPE (PCR) non hanno visto grandi variazioni sul mese. Le attese per novembre sono per lo più ribassiste perché non ci si aspetta una ripresa del mercato dell’LDPE a breve.

Prevale la stabilità nel mercato dell’R-PP a ottobre

Dopo il trend ribassista visto a settembre, i mercati dell’’R-PP sono rimasti stabili a ottobre. I player hanno riportato prezzi per lo più stabili questo mese, anche se hanno lamentato che la pressione derivata dai mercati deboli del PP resta in atto. Un trasformatore che ha pagato prezzi stabili questo mese ha affermato di aver notato un leggero calo dell’offerta a causa della domanda debole nel mercato del PP. Un altro trasformatore che ha pagato prezzi stabili ha riportato una domanda piuttosto buona per le applicazioni di R-PP. Un riciclatore ha commentato “Abbiamo dovuto applicare leggere diminuzioni sull’R-PPBC iniez. nero per favorire le vendite, perché la domanda resta piuttosto stabile a causa della debolezza nel mercato del PP, mentre abbiamo lasciato stabili i prezzi di R-PPBC iniez. grado naturale questo mese”. Andando verso la fine dell’anno, i venditori hanno riportato che cercheranno di mantenere i prezzi stabili, ma potrebbero concedere leggeri sconti se la domanda resterà calma, considerando la tradizionale lentezza del mercato in questo periodo dell’anno.

I range di prezzo riportati includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita
Login