Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Premio della Turchia sulla Cina più ristretto per il PE, ancora incertezze a causa del COVID-19

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 10/04/2020 (10:44)
I prezzi del PE di importazione in Turchia sono diminuiti ancora questa settimana perché l’outlook incerto dell’economia causato dalla pandemia di COVID-19 ha indebolito lo scenario del mercato. I problemi di liquidità, l’attività ferma tranne che per alcuni prodotti finiti e lo scetticismo per il recente rimbalzo della Cina hanno indebolito l’impatto atteso di un taglio alla produzione da parte dei produttori di petrolio.

Molti venditori hanno concesso ulteriori sconti sulle loro offerte rispetto agli annunci iniziali di aprile, emersi con cali fino a $80/ton a inizio mese. Alcuni fornitori sauditi hanno risposto alla resistenza dei buyer e hanno applicato diminuzioni fino a oltre $100/ton in alcuni casi, dopo aver cercato cali di soli $50/ton.



PE import sotto nuove soglie per diverse origini

Le offerte di LLDPE e HDPE film dal Medio Oriente sono scese sotto la soglia degli $800/ton CFR Turchia in alcuni casi, anche se questo non è emerso molto. I prezzi sono stati riportati in calo fino a $30/ton per quasi tutti i prodotti rispetto alla scorsa settimana.

“Le offerte di importazione hanno registrato una serie di cali anche nel mercato dell’HDPE b/m, in cui l’attività è migliore rispetto ad altri prodotti di PE a causa della da parte del settore del packaging”, ha affermato un trader. Un trasformatore ha lamentato “La domanda dal settore del turismo è stata piuttosto debole da quando è iniziata l’epidemia di COVID-19. Stiamo vedendo ordini in calo da parte dei resort turistici e speriamo in una ripresa a giugno”.

Le offerte da altre origini sono vicine ai $700/ton CFR nei mercati di LLDPE e HDPE film. “Abbiamo sentito di offerte competitive dalle nuove capacità in Russia, Azerbaijan e Corea del Sud”, hanno affermato i trader. Dopo ulteriori cali di circa $20-30/ton questa settimana, i prezzi di PE americano sono rimasti attorno ai livelli più bassi dal 2018, quando hanno iniziato a essere riportati nel mercato della Turchia in modo regolare”.

Opinioni riguardo a leggero rimbalzo Cina

Come si può vedere dal grafico ottenuto con i dati del Price Wizard di ChemOrbis, i prezzi di importazione del PE dal Medio Oriente sono scesi sotto i livelli visti durante il crollo del petrolio nel 2009 e nel 2016. Questo potrebbe essere interpretato come l’impatto di diverse condizioni valide in questi periodi differenti tra cui l’aumento della capacità durante il 2017-2020 in Asia, USA, Est Europa e Asia centrale. Ovviamente, i timori per una recessione globale e i diffusi lockdown a causa della pandemia hanno rafforzato il recente trend ribassista nella regione.



Nel frattempo, sia il mercato del PE locale che di importazione in Cina hanno visto un leggero rimbalzo dalla scorsa settimana. Questo è stato dovuto agli aumenti sul Dalian Commodity Exchange, alla speranza di una minore volatilità dei mercati del petrolio, agli stock locali in calo e al miglioramento del settore manifatturiero inseguito alla fine dei lockdown in alcune città. I player in Cina hanno riportato che i prezzi del PE di importazione sono aumentati in modo particolare sui minimi questa settimana.

I dati medi settimanali di ChemOrbis mostrano che il mercato di importazione della Turchia attualmente ha un premio di $103/ton per l’LDPE film, $49/ton per l’HDPE film e $35/ton per l’LLDPE c4 film sulla Cina. Questi dati sono diminuiti rispetto ai livelli della scorsa settimana, rispettivamente di $135/ton, $113/ton e $74/ton a causa dei recenti trend opposti in questi due mercati.

La maggior parte dei player di PE non si aspetta una ripresa delle prevalenti condizioni di mercato fino a dopo maggio, a causa dei problemi di liquidità, la chiusura dei mercati di esportazione inclusa l’Europa e il calo dei consumi locali per via del virus, eccetto per certi prodotti.

Qualche player, intanto, prevede che i prezzi di PE potrebbero restare intorno ai livelli attuali per un po’ dopo aver concluso gli acquisti per necessità. Tuttavia, questa opinione è basata sulle condizioni che la Cina sostiene il suo trend rialzista, i cui player sono scettici per ora, e il risultato del meeting dell’ OPEC+ possono stimolare una scena positiva nella regione per il lungo periodo. “Potremmo vedere qualche piccolo tentativo di aumento il prossimo mese solo nel caso in cui i problemi logistici persistono e l’offerta in pronta consegna diminuisce ad un certo punto”, ha commentato un trader.

Occhi su esito del meeting OPEC+

Una video conferenza tra i membri dell’OPEC e non-OPEC è stata tenuta giovedì a Vienna poiché il cartello e alleati si sono mossi per bilanciare il mercato del petrolio. Un eccesso di offerta del petrolio per via della diffusione del COVID-19 ha spinto l’organizzazione ad agire.

Secondo i report dei media, l’OPEC e alleati si sono accordati per ridurre la produzione del petrolio di 10 milioni barile/giorno a maggio e giugno. I player valuteranno l’effetto della decisione sui future del petrolio e prezzi delle materie prime.
Prova Gratuita
Login