Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi PET toccano i minimi da diversi mesi in Asia e Europa

di Başak Ceylan - bceylan@chemorbis.com
  • 14/05/2019 (10:45)
I mercati del PET in Asia hanno continuato a diminuire a causa dei costi delle materie prime in calo e la domanda debole. Similmente, i prezzi spot del PET sia in Italia che nel Nord Europa sono rimasti in ribasso, dimostrando che la domanda stagionale deve ancora emergere nella regione.

Cina quasi ai minimi da inizio 2019

Secondo il Price Wizard di ChemOrbis, la media settimanale dei prezzi di esportazione in Cina è diminuita dopo aver toccato i livelli minimi in cinque mesi a inizio aprile e il mercato è stato in ribasso da allora. Anche il mercato locale del PET in Cina ha seguito un trend ribassista a partire da inizio aprile. I livelli attuali per sia i mercati di esportazione che locali indicano i minimi a partire da metà gennaio.

Mercato SEA tocca i minimi da 5 mesi

I mercati di importazione del PET nel Sudest Asiatico hanno seguito il trend, posizionandosi a quasi i minimi in 5 mesi al momento.



Costi materie prime in calo spingono prezzi in ribasso

L’inizio del trend ribassista è per lo più correlato al ribasso dei costi delle materie prime. Il Price Wizard di ChemOrbis mostra che i prezzi spot del PX in Asia sono calati del 20% circa da marzo, a causa dei prezzi del petrolio in calo. Anche i prezzi spot del MEG hanno continuato a diminuire poiché il sentimento ribassista è perdurato nel mercato.

Ritorno guerra commerciale intensifica sentimento ribassista

Il sentimento ribassista del mercato in Asia è stato aggravato dall’inversione del miglioramento precedente, fatto durante le trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina. Le nuove tariffe su prodotti cinesi da $200 miliardi sono entrate in vigore il 10 maggio e Cina si rivale applicando le sue tariffe su beni da $60 miliardi americani il 13 maggio.

La domanda limitata dai mercati di esportazione, in particolare in Europa, è stata citata come un fattore che ha contribuito.

Mercato europeo del PET ai minimi da gennaio 2018

Nel Nord Europa, i mercati del PET sono rimasti in calo nonostante l’alta stagione tradizionale e hanno toccato i livelli minimi dal gennaio 2018, ha mostrato la media settimanale dell’Indice dei Prezzi di ChemOrbis. Una scena simile è stata vista nel mercato locale del PET in Italia, dove la domanda debole ha indebolito il sentimento.

Domanda rallenta per clima freddo in Europa

Il miglioramento stagionale della domanda nel settore delle bevande è stato ritardato a causa del cattivo tempo nella regione. Oltre alle condizioni meteorologiche e le frequenti piogge, le scorte elevate e il calo dei prezzi dei monomeri hanno portato a un ribasso dei prezzi.

PX spot in calo del 20% in 2 mesi

Analogamente ai movimenti del monomero in Asia, i prezzi spot del PX su base FOB NWE sono diminuiti più del 20% a partire da marzo di quest’anno, come mostrano i dati del Price Wizard di ChemOrbis.

Il gap tra PET vergine e riciclato si restringe in Italia

Intanto, diversi buyer in Italia sono ritornati al grado vergine di PET rispetto al R-PET, poiché il gap tra i due mercati si è ristretto notevolmente a causa dei prezzi in ribasso.
Prova Gratuita