Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi competitivi di PE dall'Iran scompaiono in Cina, Turchia

  • 09/06/2017 (10:58)
I mercati del PE in Cina e Turchia sono stati sotto una forte pressione proveniente dalle offerte iraniane, in particolare per l’ HDPE film e b/m, a partire da metà maggio. I prezzi competitivi dai produttori iraniani hanno formato il minimo di entrambi i mercati per i sopracitati prodotti poiché non hanno attirato interesse in Cina, il più grande importatore di PE nel mondo.

Sia la Cina che la Turchia hanno continuato a vedere prezzi in ribasso questa settimana a causa dei fattori stagionali che limitano la domanda e l’offerta è sufficiente per la maggior parte dei gradi di PE. Tuttavia, il numero aggressivo di offerte iraniane in Cina si è ridotto questa settimana, mentre il precedente minimo del range dell’ HDPE in Turchia, formato da fonti iraniane, è diminuito recentemente.

In Cina, dove i prezzi di PE hanno mantenuto il loro trend al ribasso a causa delle diminuzioni del petrolio e dell’offerta ampia, i grossi trader hanno detto di non essere in grado di ricevere i precedenti minimi del range direttamente da fonti iraniane questa settimana in particolare per l’ LDPE.

Secondo i venditori in Cina, le attività di trading sono deboli poiché l’alta stagione per il manifatturiero è finita. Inoltre, i future del mercato, i costi dell’etilene e i prezzi del petrolio sono in calo. Ci sono ancora dei carichi competitivi per diverse origini come la Russia, il Messico e l’Iran che mettono sotto pressione il mercato; tuttavia, la pressione dall’Iran non è più così visibile come prima poiché i trader non sembrano essere così aggressivi ormai e c’è un numero ridotto di offerte per carichi iraniani.

In Turchia, questa settimana qualche player ha anche sostenuto di non aver sentito i prezzi competitivi precedenti per l’ HDPE dall’Iran fino adesso. La domanda generale è ancora debole durante il Ramadan senza problemi di offerta. Tuttavia, l’Iran deve aver trovato qualche sollievo in termini di pressione per l’offerta in seguito ai prezzi competitivi e trattative riportate sia in Turchia che in Cina.

Un trader in Turchia ha detto, “I prezzi competitivi di prima, per l’ HDPE iraniano sembrano essere diventati scarsi recentemente. Inoltre, il mercato resta calmo a causa delle materie prime in ribasso e dei mercati globali di PE compresi la Cina e l’Europa, dove i prezzi sono ancora in diminuzione per giugno”.

Un trasformatore in Turchia ha confermato di aver ricevuto dei prezzi leggermente in rialzo dai suoi fornitori dell’Iran per nuove imbarcazioni. “Uno dei principali produttori in Iran è ritornato dal fermo impianto per manutenzione e non è disposto a rivedere i prezzi per l’ LLDPE. Non ci aspettiamo che la crisi del Qatar influenzi la Turchia per tanto tempo poiché la disponibilità di materiale iraniano continua a indebolirsi nel mercato, intanto”, ha detto.

Prova Gratuita