Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi del petrolio ancora in rialzo mentre l'OPEC ribadisce l'impegno per i tagli alla produzione

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 19/06/2020 (13:56)
I benchmark globali del petrolio hanno esteso i loro rialzi durante una sessione infragiornaliera nella giornata di venerdì, dopo aver chiuso in rialzo del 2% circa giovedì. I prezzi del petrolio sono stati sostenuti dalla notizia secondo la quale il gruppo di paesi OPEC+ ha ribadito il proprio impegno a garantire il taglio alla produzione durante l’incontro svoltosi giovedì 18 giugno.

In un comunicato stampa, l’OPEC+ ha annunciato che tutti i paesi, tra cui l’Iraq e il Kazakistan, sono impegnati a raggiungere il 100% dei tagli alla produzione promessi per sostenere i prezzi del petrolio. Sebbene i timori per una seconda ondata di contagi e la possibilità di nuovi lockdown in tutto il mondo continuino a pesare sul sentimento, alcune grandi compagnie energetiche hanno rivelato che la domanda di petrolio è migliorata rispetto ai minimi di aprile grazie alla riapertura delle economie.

Al momento della stesura della news, i future del petrolio West Texas Intermediate (WTI) con consegna a luglio erano scambiati al 2,45%, ovvero 95 centesimi in più rispetto alla chiusura di martedì, a $39,79/barile sul New York Mercantile Exchange (NYMEX). Anche il benchmark del Brent con consegna ad agosto è aumentato del 2,17%, o 90 centesimi, per essere scambiato a $42,41/barile durante il trading infragiornaliero di venerdì.
Prova Gratuita
Login