Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi import K67 a $1600/ton vedono resistenza buyer Turchia

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 08/01/2021 (16:20)
Il mercato di importazione e locale del PVC della Turchia hanno mantenuto la serie di rialzi più lunga di sempre durante la prima settimana del 2021. I volumi delle importazioni per gennaio sono rimasti limitati per la maggior parte delle origini a causa dell’assenza di alcuni fornitori europei ed egiziani.

Anche le allocazioni dal PVC USA non sono state buone, ma potrebbero migliorare nelle prossime settimane ora che Westlake ha revocato la forza maggiore sulle forniture all’inizio del 2021. “La domanda dal Brasile è ancora attiva, il che mantiene i fornitori liberi dalla pressione delle scorte. Ci aspettiamo che si calmi a febbraio", ha osservato un player.

Allo stesso tempo, l’interesse all’acquisto per il grado K67 è diminuito relativamente, hanno ammesso i venditori, le cui offerte si trovavano sui massimi del mercato. "Tuttavia, la mancanza di materiale e la buona domanda continuano a pervadere i mercati del PVC K70 e K58", ha affermato un player.

Import- PVC Prices – Turkey

Nuovi massimi hanno ricevuto reazione tiepida

Il mercato è aumentato inesorabilmente da metà maggio 2020 a causa della forte domanda dei prodotti finiti e di una forte mancanza di materiale a causa dei tassi di produzione bassi dei produttori di PVC abituali. I buyer hanno dovuto pagare enormi aumenti delle materie prime per mantenere la loro produzione a causa di una domanda latente per le applicazioni dei prodotti finiti.

All’inizio del 2021, il livello del PVC K67 esente da dazio di importazione è aumentato di $80/ton (5%) rispetto alla settimana terminata il 27 dicembre. I prezzi soggetti a dazio sono aumentati di $40/ton (2.5%) nello stesso periodo, i dati medi settimanali di ChemOrbis hanno mostrato.

Alcuni trader hanno tentato il livello di prezzo di $1600/ton CIF Turchia, cash per carichi sia europei che USA. Tuttavia, hanno ricevuto una reazione debole da parte dei consumatori di PVC. “Alcuni buyer sono coperti. Inoltre, hanno in programma di aspettare di sentire le offerte dei principali produttori europei, che devono ancora annunciare eventuali prezzi o allocazioni alla Turchia”, ha commentato un distributore.

Problemi logistici, materie prime in rialzo continuano a supportare mercati

Il sentimento da parte dei venditori è mantenuto forte dalle continue limitazioni dell’offerta, dai future del petrolio e dai prezzi dell’etilene in rialzo. Tuttavia, il modo in cui la domanda si evolverà con l’avanzare del mese rimane un punto interrogativo per il momento.

“È improbabile che i prezzi sui massimi vengano accettati considerando che il mercato della Turchia è già gonfiato da mesi. La domanda finale potrebbe calmarsi a seconda di come si evolveranno le condizioni meteorologiche", ha affermato un player.

Premio della Turchia sull’Europa ha superato $300/ton

Secondo i dati di ChemOrbis, il mercato del K67 esente da dazio della Turchia è attualmente scambiato circa $315/ton al di sopra del mercato locale italiano. In Europa, il mercato del PVC è stato influenzato dal continuo clima legato alle ferie questa settimana. Si prevede che la chiusura dell’etilene in rialzo di €65/ton per gennaio aprirà presto la strada a nuovi tentativi di aumento nella regione.
Prova Gratuita
Login