Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi record del PVC sono la nuova normalità con la pandemia ancora in corso?

di Merve Sezgün - msezgun@chemorbis.com
  • 09/09/2021 (10:27)
Il trend rialzista del PVC a livello globale, in corso dal secondo trimestre del 2020 esclusi brevi periodi di tempo, ha acquisito nuovo slancio per la crisi delle spedizioni in atto e la mancanza di offerta. I prezzi di importazione nei principali mercati hanno infranto i picchi precedenti, facendo sorgere la domanda: fino a quando durerà questa corsa al rialzo? I prezzi record del PVC sono la nuova normalità?

“Nessuno sembra avere una risposta a queste domande al momento. La corsa del PVC è ancora ben supportata a livello globale e non saremo sorpresi se i prezzi continuassero ad aumentare nonostante il fatto che sono già ai massimi storici. Parlando francamente, tuttavia, gli ultimi aumenti sono stati piuttosto forti e siamo più scettici sulla loro sostenibilità, per la semplice ragione che il mercato finale li può assorbire fino a un certo punto”, ha osservato un trader indiano.


Prezzi registrano nuovi record in India, Turchia, Egitto ed Europa

I dati del Price Index di ChemOrbis mostrano che i prezzi del PVC K67 di importazione su base CIF India/Turchia/Egitto hanno di recente infranto i picchi precedenti, toccando nuovi massimi storici. In Europa, i prezzi locali del K67 su base FD Italia/NWE hanno raggiunto nuovi record con il trend rialzista che nella regione è entrato nel sedicesimo mese consecutivo a settembre.

PVC Prices India Turkey Egypt Italy

La media settimanale dei prezzi di K67 per tutte le origini è aumentata a un massimo storico di $1750/ton CIF India questa settimana, con alcuni player che si aspettano che i nuovi prezzi possano raggiungere i $1900/ton nel breve termine. “Il mercato indiano è estremamente corto e la domanda è robusta. Non siamo sicuri che il produttore di Taiwan, attualmente fermo, avrà abbastanza materiale da offrire all’India a ottobre. Potrebbe applicare un aumento a tre cifre, un incremento di $250-300/ton non ci sorprenderebbe”, ha affermato un trader indiano.

In Turchia i prezzi del PVC di importazione hanno superato i picchi toccati a marzo mentre i player hanno espresso le loro preoccupazioni su quanto possano crescere ancora i prezzi per le diverse limitazioni dell’offerta. Anche se i player concordano sul fatto che l’outlook resta forte per il resto di settembre, hanno affermato “Tuttavia, mettiamo in dubbio la sostenibilità dei livelli più alti in Turchia, dove i buyer di PVC sono già stati esposti a costi gonfiati sotto ogni aspetto”.

I player in Egitto hanno riportato che le offerte di importazione sono state molto scarse questa settimana perché l’offerta resta corta e un paio di fornitore degli Stati Uniti hanno dichiarato forza maggiore dopo che ‘uragano Ida ha colpito la Louisiana la scorsa settimana. “I venditori stanno mantenendo le loro offerte per la disponibilità limitata e gli alti costi di sostituzione”, hanno osservato.

Mercati Cina e SEA vicini a nuovi massimi storici

I prezzi del PVC di importazione in Cina e Sudest Asiatico hanno fatto fatica a stare al passo con i prezzi indiani. Tuttavia, l’influenza del mercato indiano li ha spinti vicino a nuovo record di recente. La media settimanale dei prezzi del K67 di importazione in Cina è aumentata a $1440/ton CIF, inferiore di $110/ton rispetto al picco toccato ad aprile.

Con l’India che offre netback migliori, i venditori del Nordest Asiatico si sono concentrati di più sull’India rispetto a SEA o Cina. “La maggior parte dei fornitori è concentrata sul mercato indiano. Le offerte per Cina e SEA potrebbero restare teoriche”, ha affermato un trader di Singapore.

Offerta corta e problemi di trasporto continuano a sostenere le attese rialziste

La maggior parte dei player ritiene che il trend rialzista del PVC possa restare intatto nel breve termine vista l’offerta globale ridotta, la domanda generale vivace e i crescenti costi logistici uniti ai ritardi nelle consegne.

“Il sentimento è rimasto forte sulla scia delle interruzioni causate dall’uragano Ida sulla produzione di PVC negli USA, che ha colpito circa il 40% dell’offerta. L’offerta in Asia ed Europa era già corta a causa di manutenzioni e forze maggiori. I tassi di nolo alle stelle tengono i prezzi di importazione su livelli elevati. Tuttavia, potremmo presto iniziare a vedere i buyer dei maggiori mercati fare resistenza a ulteriori aumenti sulle offerte che sono cresciute in modo importante”, hanno commentato alcuni trader che operano nei mercati dell’Asia e del Mediterraneo.
Prova Gratuita
Login