Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Prezzi spot LDPE e LLDPE ai minimi da un decennio in Italia

di Manolya Tufan - mtufan@chemorbis.com
  • 09/09/2019 (11:09)
In Italia, i prezzi del PE sono diminuiti ulteriormente e il trend in calo è ricominciato dopo che il mese di agosto è stato principalmente stabile. Il calo maggiore del previsto nel contratto dell’etilene ha spinto i prezzi spot dell’LLDPE ai minimi da un decennio poco dopo quelli dell’LDPE.

Offerte iniziali PE riflettono parzialmente il calo dell’etilene

Le offerte di PE sono state annunciate con diminuzioni minori rispetto al calo di €40/ton del contratto dell’etilene all’inizio della settimana. Alcuni venditori hanno optato per cali di €20-30/ton sui minimi del range in particolare per recuperare i loro margini, mentre i buyer hanno spinto per ottenere l’intero calo del monomero.

Diversi player hanno commentato, “Le continue discussioni del mercato potrebbero arrivare a un calo complessivo di €40/ton ma non oltre dato che i livelli dell’LDPE e dell’LLDPE nel mercato spot si attestano al pari o leggermente sotto il livello del contratto mensile”.

LDPE spot ai minimi da 10 anni a luglio, LLDPE lo segue dopo un mese

La media settimanale dei prezzi spot dell’LDPE in Italia aveva già raggiunto i livelli minimi dal 2009 nella seconda metà di luglio, secondo il Price Index di ChemOrbis.

Secondo i dati di ChemOrbis, i prezzi spot dell’LLDPE in Italia hanno raggiunto i loro livelli minimi da dicembre 2009, mentre i prezzi dell’HDPE film hanno raggiunto i minimi da luglio 2012, su base media settimanale.

In Nord Europa, nel frattempo, l’LDPE spot è ai minimi da luglio 2012 su base media settimanale, mentre l’HDPE film è ai minimi da febbraio 2015.

I prezzi bassi attireranno la domanda?

Secondo alcuni, i buyer potrebbero essere attratti dai minimi da diversi anni se i venditori decidono di concedere l’intero calo dell’etilene. Inoltre, i livelli delle scorte dei venditori non dovrebbero essere buoni dato che sono appena tornati da un lungo periodo estivo.

Questo non si è tradotto in un miglior rendimento del mercato a causa dell’atteggiamento di attesa e degli acquisti in base alle necessità da parte dei buyer.

Per questo motivo alcuni player sono scettici riguardo al miglioramento dell’interesse all’acquisto di derivati a causa dell’offerta buona e delle preoccupazioni economiche. Essi hanno anche attribuito la domanda stagnante ai grandi volumi venduti degli ultimi due mesi.

Uno dei buyer ha affermato, “Ci siamo assicurati una buona quantità di materiale a luglio per essere coperti a settembre, approfittando dei prezzi bassi e considerando che avevano raggiunto i minimi. Tuttavia, non era quello il livello minimo. Questo mese cercheremo di ottenere ancora diminuzioni”.

E per quanto riguarda l’afflusso di PE USA dirottato in Europa?

Secondo le statistiche di importazione, in Italia le importazioni HDPE dagli USA nella prima metà dell’anno si sono più che raddoppiate rispetto al valore registrato in tutto lo scorso anno.

Anche nell’UE, le importazioni di HDPE dagli USA sono aumentate di sei volte nel primo semestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In altre parole le importazioni dell’UE di HDPE USA nel periodo da gennaio a giugno 2019 hanno già superato del 40% le importazioni registrate durante il 2018.

Ora che è entrato in vigore il nuovo giro di tariffe sulle importazioni di carichi di LDPE USA in Cina, sono aumentate le preoccupazioni riguardo al maggior numero di carichi americani diretti verso l’Europa.

Un distributore ha commentato, “Ci aspettiamo di vedere altro materiale dagli USA, non solo HDPE e LLDPE ma anche LDPE, in seguito alle nuove tariffe applicate dalla Cina sull’LDPE americano”.
Prova Gratuita