Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Problemi di offerta in primo piano nei mercati dei polimeri in Turchia

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 11/12/2020 (12:34)
I mercati dei polimeri della Turchia hanno esteso gli aumenti all’ultimo mese del 2020. Anche se l’entità degli aumenti mensili dipende dai polimeri, i costi di spedizione con aumenti senza precedenti e la ridotta disponibilità sono il comune denominatore dietro ai forti aumenti di dicembre.

Per il 1° trimestre del 2021, le domande più frequenti sono le seguenti:

*Quando diminuiranno i tassi di nolo?

*Come evolverà la domanda in Cina prima delle festività?

*La Turchia inizierà ad attirare import per netback migliori?

Noli in forte aumento interrompono flusso di prodotti

L’offerta del PVC di importazione in Turchia era già corta negli ultimi mesi, in linea con i problemi di produzione prolungati nel tempo e con la domanda forte a livello globale a partire dal terzo trimestre. L’offerta corta ha spinto i prezzi ai massimi di oltre dodici anni nel paese, creando difficoltà a molti buyer.

I mercati di PP, PE, PS, ABS e EPS hanno iniziato a dover far fronte al calo dell’offerta con l’inizio del quarto trimestre. Questo perché i netback deboli hanno fatto sì che i venditori evitassero la Turchia nei mesi precedenti. I tassi di nolo in forte rialzo, l’interesse all’acquisto molto buono dei buyer cinesi e la mancanza di offerta domestica sufficiente hanno portato ad assorbire la disponibilità esistente.

La mancanza di container ha portato ad aumenti massimi dei costi di trasporto che si sono rispecchiati sui prezzi dei polimeri. Gli aumenti rapidi hanno creato il panico che ha colpito i mercati della Turchia la scorsa settimana. Altri trasformatori sono stati tentati di tornare sul mercato per paura di un ulteriore inasprimento dell’offerta.

Inoltre, i costi di trasporto hanno seguito il trend. I noli in salita dall’Iran verso la Turchia hanno fatto aumentare le offerte di PP fibra, HDPE film e b/m, pipe 100 e polistirolo per questa origine rispetto alla settimana precedente.

Assenza di offerte dalla Corea colpisce PPBC e stirenici

I produttori sudcoreani non sono in grado di offrire i carichi di gennaio di PP, PE citando la mancanza di spazio.

Questo ha colpito soprattutto i mercati di PP copo e HDPE. I distributori hanno aumentato i prezzi a causa dei costi di sostituzione in salita e della scomparsa dell’offerta in pronta consegna.

Il mercato nazionalizzato del PP copo iniezione ha infranto la soglia dei $1800/ton ex-warehouse Turchia, IVA inclusa poco prima che i prezzi toccassero e superassero i $1850/ton. Il PPRC iniezione è stato offerto fino a $1900/ton, senza però trattative concluse al momento della pubblicazione.

Un buyer di HDPE ha riportato “Il nostro fornitore coreano non offrirà materiale alla Turchia fino a metà febbraio visti i costi di nolo in salita e la mancanza di container. Dovremo trovare delle alternative per coprire le nostre necessità perché la domanda di prodotti finiti resta attiva”. La scarsità di offerte ha mandato i prezzi di HDPE pipe 100 ai massimi degli ultimi due anni e mezzo questa settimana, secondo i dati di ChemOrbis.

Negli stirenici, le allocazioni in calo per i fermi impianto accompagnati dai noli in salita hanno portato ad aumenti di oltre $300/ton per GPPS, HIPS e ABS coreani rispetto al mese precedente.

Un trader di EPS ha affermato, “Non abbiamo ricevuto offerte dalla Corea negli ultimi due mesi, mentre i prezzi europei sono aumentati di €150/ton per la mancanza di prodotto”. Inoltre, i fornitori domestici di PS e EPS hanno chiuso gli ordini, come riportato da alcuni player.

Quote limitate da altri fornitori regolari

I carichi con spedizione a dicembre da Arabia Saudita, Qatar, Egitto, Uzbekistan, Turkmenistan and Azerbaijan sono stati limitati per PP, PE. Questo per problemi di produzione o per i grossi volumi venduti in Cina tra ottobre e novembre.

I commenti sulle scorte basse di Petkim si sono fatti più insistenti. “L’offerta di LDPE e PVC è corta perché la domanda è ancora attiva per alcuni ritardi dall’Europa”, ha osservato un player.

I tassi di nolo hanno fatto aumentare anche i mercati di PET bottiglia e poliestere, con una mancanza di spedizioni a dicembre dall’Asia. I chips tessili sono aumentati di $20/ton sulla settimana, mentre il POY cinese (300-500 denari) ha superato i $1000/ton CFR Turchia per i carichi in arrivo.

Netback in crescita attireranno carichi import in Turchia nel Q1?

I dati del Price Wizard di ChemOrbis suggeriscono che il premio del PP omo della Turchia sulla Cina ha toccato i $185/ton, mentre LLDPE e HDPE sono commercializzati $55-110/ton sopra rispetto a questo mercato. Lo sconto dell’LDPE sulla Cina si è ristretto da $88/ton della scorsa settimana a $30/ton di questa settimana per un trend stabile del mercato.

La Turchia ha recuperato il premio per altri prodotti, compresi ABS e PS, mentre continua a offrire probabilmente il netback più alto per il PVC tra i maggiori mercati.

I player si stanno chiedendo se la Turchia possa attirare importazioni a breve, ora che le offerte hanno fatto crescere i netback e che la Cina si prepara al Capodanno cinese a febbraio.

Alcuni player sperano in un allentamento dei problemi dell’offerta nel caso in cui la Turchia resti proficua. Dall’altra parte, le sfide della logistica dovrebbero continuare a dominare i mercati dei polimeri nei primi mesi del 2021. “L’interesse all’acquisto della Cina resterà sotto stretta osservazione nel primo trimestre”, ha affermato un grosso buyer.
Prova Gratuita
Login