Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttore Taiwan applica cali maggiori del previsto sui prezzi del PVC di dicembre

di Shibu Itty Kuttickal - sikuttickal@chemorbis.com
  • 17/11/2021 (11:54)
I trader hanno affermato che era previsto un calo sulle offerte di dicembre che un importante produttore taiwanese ha annunciato martedì ai buyer asiatici, ma alcuni player sono sorpresi dall’entità della diminuzione.

Poiché il prezzo mensile del produttore taiwanese è considerato un punto di riferimento, il calo di $150/ton dovrebbe spingere anche altri venditori nel Nordest Asiatico a ridurre le loro offerte.

Le nuove offerte di PVC K67-68 del produttore si attestano a $1710/ton CIF India e $1490/ton CFR Cina, senza sconto sui volumi. Il produttore taiwanese ha anche ridotto i suoi prezzi di esportazione di $150/ton a $1460/ton FOB Taiwan.

"Eravamo sicuri che la società non avrebbe aumentato i prezzi di dicembre, dopo aver applicato rialzi significativi nei tre mesi precedenti", ha affermato un trader indiano. “Pensavamo che avrebbero applicato rollover, o probabilmente un calo simbolico di circa $50/ton. Ma questa è stata sicuramente una grande sorpresa", ha aggiunto.

I tre annunci precedenti del produttore indicano aumenti complessivi pari a $530/ton in India e $430/ton in Cina.

Il gap tra il produttore taiwanese e il livello di mercato prevalente si restringe

In confronto, i prezzi di importazione del PVC K67 di tutte le regioni in India - prima dell’annuncio del produttore taiwanese - si attestavano a $1860-1950/ton CIF India, cash, mentre le origini del Nordest Asiatico in Cina venivano offerte a $1650-1700/ton CIF Cina, cash.

Le offerte del produttore per l’Asia sono rimaste molto indietro rispetto ai livelli di mercato prevalenti negli ultimi due mesi, poiché il produttore aveva allocazioni limitate e i suoi annunci a settembre, ottobre e novembre non hanno raggiunto il rialzo più forte nel resto del mercato spot.

Ora che il trend ribassista è iniziato, questo gap tra i prezzi dovrebbe ridursi con il livello di mercato prevalente che corrisponderà alle offerte del produttore taiwanese.

Altri fornitori seguiranno il produttore

"Adesso ci si può aspettare che anche i fornitori in Cina, Corea del Sud e Giappone riducano significativamente i prezzi in linea con il venditore taiwanese", ha affermato il trader indiano.

Un produttore giapponese ha già annunciato offerte per l’India sui $1900/ton. Le importazioni giapponesi in India sono esenti da dazi, il che significa che le importazioni soggette a dazio da altri paesi potrebbero avere un prezzo pari a $1725-1750/ton, hanno affermato i trader.

Un produttore indonesiano ha commentato che la domanda nel Sudest Asiatico è rimasta stabile. “Sapevamo che il produttore taiwanese avrebbe tagliato i prezzi a causa degli sviluppi in Cina. Pensavamo che avrebbe applicato cali di $100/ton", ha detto una fonte del dipartimento marketing dell’azienda. “Sicuramente non è in linea con le aspettative. Il mercato è ancora corto e stiamo vedendo scorte basse con la maggior parte dei clienti, sia in Indonesia che in altri paesi nel Sudest Asiatico", ha aggiunto.

Le allocazioni di dicembre non sono ancora disponibili, ma i trader hanno affermato che tenendo conto degli ultimi mesi, anche il mese successivo potrebbe avere allocazioni basse. Le allocazioni di novembre del produttore in India pari a circa 15.000 ton erano superiori a quelle di ottobre pari a circa 10.000 ton, ma ben al di sotto delle solite allocazioni superiori a 20.000 ton.
Prova Gratuita
Login