Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttore Taiwan fatica a vendere allocazioni PVC di aprile

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 27/03/2017 (17:53)
I player in Asia stanno riportando ancora resistenza alle offerte di aprile di un produttore taiwanese nonostante la revisione fatta il 22 marzo, due giorni dopo l’annuncio delle offerte iniziali, per lo scarso interesse all’acquisto. Il produttore ha diminuito i prezzi di $20/ton a $1010/ton CIF India e a $950/ton CIF Cina/SEA, portando le ultime offerte ai livelli di marzo.

In India, i player hanno riportato che la resistenza attuale deriva dalla disponibilità di offerte più competitive, problemi di valuta tra cui le monete contraffatte, oltre alla fine dell’anno fiscale indiano che spinge i buyer a mantenere le scorte basse per motivi di bilancio.

Secondo fonti di mercato, il produttore taiwanese ha allocato 80,000 tonnellate di PVC per le spedizioni di aprile. Rispetto ai volumi abituali, sono 15,000 tonnellate in più del solito. Una società di trading globale ha riportato "Da questa mattina, siamo stati informati che il produttore taiwanese è riuscito a vendere solo il 60-70% delle allocazioni per ora. Nella situazione attuale del mercato, non è facile vendere in particolare se il sentimento continua a indebolirsi ogni giorno".

In modo simile, una fonte di un produttore in Cina ha riportato che il fornitore taiwanese è riuscito a vendere solo il 60% delle allocazioni totali per ora nonostante l’alta stagione in India e in Cina. La fonte ha aggiunto "Rispetto alla settimana precedente, le nostre offerte restano a $950/ton CIF SEA e a $1000/ton CIF India. Anche noi siamo condizionati in quanto il produttore taiwanese non riesce a vendere bene. Con i prezzi di petrolio ed etilene in calo, i buyer preferiscono restare in attesa".

Un trader di Taiwan ha commentato "Non pensiamo che il produttore taiwanese riveda ancora le offerte, sia che venda tutte le allocazioni sia che non le venda. Se il produttore decide di abbassare le offerte ancora, questo potrebbe causare diminuzioni più forti".
Prova Gratuita
Login