Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttori PS Asia: crescono preoccupazioni per la domanda

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 20/09/2016 (11:26)
In Asia, i prezzi del PS hanno seguito un trend stabile nelle ultime settimane, a causa delle preoccupazioni per la disponibilità, nonostante la domanda resti debole. Diversi player sostengono che la domanda è ancora limitata nei paesi del Sudest Asiatico e in Cina, ma che le preoccupazioni per l’offerta hanno portato il mercato a rimanere stabile. Tuttavia, questa situazione potrebbe cambiare nel breve termine, poiché le preoccupazioni per l’offerta potrebbero iniziare a dominare il mercato.

La scorsa settimana, un produttore di Taiwan ha commentato “I nostri prezzi sono rimasti invariati, ma i nostri margini sono diminuiti notevolmente. La domanda è da stabile a in calo, in quanto stiamo ricevendo solo ordini dai nostri clienti regolari. I buyer continuano ad acquistare solo secondo necessità. Le preoccupazioni per l’offerta in Asia sono l’unico fattore che supporta i prezzi”.

Questa settimana, lo stesso produttore crede che le preoccupazioni per la domanda stiano diventando sempre più forti, e ha affermato “Sebbene stiamo mantenendo i prezzi stabili, questi sono soggetti a negoziazioni. Potremmo concedere degli sconti se i buyer decideranno di acquistare ampi volumi. Considerando lo stato attuale della domanda e la preferenza dei player a rimanere inattivi per osservare la situazione e acquistare solo secondo necessità, potremmo dover vendere con una perdita. Ci aspettiamo che i prezzi perdano terreno a causa della domanda debole”.

Una fonte di un produttore in Vietnam ha commentato “Ci aspettiamo che i prezzi diminuiscano, in linea con il riavvio degli impianti e con la diminuzione dalla domanda dopo le festività in Cina. Il sentimento del mercato resta debole e crediamo che non ci sarà nessuna alta stagione per quest’anno, oltre al fatto che il business complessivo è stato ridotto rispetto all’anno scorso”.

Per quanto riguarda i mercati dei feestock, i prezzi dello stirene sono scesi di circa $20/ton sulla settimana, per essere attualmente riportati a circa $990/ton FOB Corea del Sud, mentre i prezzi per questo monomero indicano un calo di $30/ton rispetto a inizio settembre.
Prova Gratuita
Login