Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttori petrolchimici annunciano risultati finanziari 2° trimestre

  • 27/07/2017 (11:42)
Secondo fonti dei media, diversi produttori petrolchimici a livello globale hanno annunciato i risultati finanziari per il secondo trimestre 2017.

La Reliance Industries Limited (RIL) ha riportato una performance finanziaria più forte nel secondo trimestre, terminato il 30 giugno 2017. L’utile netto della società è cresciuto del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, superando le attese di un utile di INR79.93 miliardi ($1.24 miliardi). L’utile netto è calcolato sulla base dei prodotti petrolchimici e raffinati della società, oltre che sull’esplorazione per gas e petrolio. I margini più forti dei petrolchimici e della raffineria hanno contribuito agli utili operativi in salita per il trimestre. L’utile netto della società è aumentato del 28% su base annua, mentre le entrate sono cresciute di circa il 27%.

La società sudcoreana LG Chem Ltd. ha riportato che nel secondo trimestre l’utile netto è aumentato del 57% su base annua, soprattutto grazie alla domanda buona per i prodotti principali. Gli utili operativi della società sono cresciuti del 19% nello stesso periodo del 2016.

L’utile netto della società sudcoreana S-Oil è crollato di circa l’85% sull’anno, a causa delle perdite dovute al cambio. Gli utili operativi per il trimestre sono diminuiti dell’82% sullo scorso anno a causa dei prezzi bassi del petrolio, che hanno fatto diminuire i margini della raffinazione, contribuendo a un calo delle scorte.

Nel Medio Oriente, i risultati del secondo trimestre della Saudi Basic Industries Corp. (SABIC) sono ancora attesi, mentre le due consociate di SABIC, Yanbu National Petrochemical Co (Yansab) e Saudi Kayan Petrochemicals, hanno riportato i loro risultati finanziari. Grazie ai guadagni superiori alle attese nel secondo trimestre, l’utile netto della Saudi Kayan è aumentato del 149% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tuttavia Yansab ha riportato un crollo annuo del 54% nel secondo trimestre. La società ha indicato le performance deboli delle vendite come causa della forte perdita a causa di alcuni fermi impianto e dei prezzi dei feedstock in aumento.

Anche INEOS ha visto un incremento dell’EBITDA del 12% su base annua. La società ha attribuito i risultati finanziari in rialzo alla domanda buona in Europa e negli USA, oltre che ai margini positivi nel secondo trimestre.

L’utile netto della PKN Orlen, la maggiore raffineria in Polonia, è diminuito del 4% nel secondo trimestre su base annua, sfidando le attese di aumento degli analisti, a causa dei costi in rialzo che hanno avuto la meglio sulle vendite. Tuttavia le vendite della società sono aumentate del 19% dopo le nuove normative applicate lo scorso anno ad agosto, per sfavorire il mercato nero dei carburanti.

Le vendite dei prodotti petrolchimici della società ceca Unipetrol sono aumentate del 120% dopo il riavvio del cracker di Litvinov. L’utile netto della società ha registrato un aumento annuo del 14% mentre le entrate e gli utili operativi sono aumentati rispettivamente del 52% e del 42%.

Resta sempre aggiornato sulle società e sulle notizie dell’industria con ChemOrbis, con la sezione Plastics News . Filtra la tua ricerca selezionando il territorio/Paese, il prodotto e il tipo di notizia, creando il tuo cruscotto personalizzato per un accesso rapido e semplice alle notizie, con un solo click su My ChemOrbis (Riservato agli abbonati).
Prova Gratuita