Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttori petrolchimici annunciano risultati finanziari 2017

  • 20/02/2018 (11:58)
Durante il mese di febbraio i produttori petrolchimici hanno annunciato i risultati finanziari del 2017 a livello globale. I prezzi in rialzo del petrolio sembrano aver contribuito in modo significativo alla performance annuale dei produttori.

La maggior parte dei produttori petroliferi e petrolchimici ha registrato notevoli crescite dei profitti durante lo scorso anno, grazie al supporto dell’incremento dei prezzi del petrolio. Gli utili di ExxonMobil e Chevron hanno visto la performance più forte dall’inizio del notevole calo dei prezzi del petrolio nel 2014. Gli utili di ExxonMobil sono aumentati del 151% rispetto ai $7.8 miliardi del 2016 a $19.7 miliardi, mentre la Chevron ha registrato un utile netto di $9.2 miliardi. Gli utili della BP sono aumentati di ben il 139% nel 2017 a $6.2 miliardi nell’intero anno.

Nel settore chimico e petrolchimico, i produttori statunitensi hanno riportato un notevole incremento dei loro utili annui. La Occidental Chemical (OxyChem), una consociata della Occidental Petroleum, ha annunciato l’utile netto di $1.31 miliardi nell’intero anno, mentre l’utile netto della Enterprise Products Partners è aumentato su base annua del 12% a $2.85 miliardi.

In Medio Oriente, gli utili netti della società saudita SABIC sono cresciuti del 4.49% a 18.4 miliardi di rial ($4.90 miliardi) nel 2017, rispetto ai 17.61 miliardi di rial ($4.69 miliardi) nel 2016. La società saudita Sipchem ha registrato un utile netto di SAR437 milioni ($116 milioni), in fortissima crescita rispetto ai SAR43 milioni ($11 milioni) dell’anno precedente. Anche la società saudita PetroRabigh ha visto una crescita imponente degli utili nel 2017 su base annua, con SAR1.42 miliardi ($379 milioni), rispetto ai SAR35 milioni ($9.3 milioni) dell’anno precedente.

La società EQUATE del Kuwait ha registrato una crescita del 66% degli utili netti con $1.13 miliardi grazie ai prezzi in salita del MEG, all’incremento della domanda e al forte recupero del business del PET in Europa. La Industries Qatar (IQ) ha registrato un utile netto di 3.3 miliardi di rial ($906 milioni) nell’intero 2017, in crescita del 12% sull’anno precedente.

Intanto in Europa la società austriaca Borealis ha registrato un utile netto di €1.095 milioni, in leggero calo rispetto ai €1.107 milioni nel 2016. Il gigante chimico tedesco BASF si aspetta invece una crescita degli utili netti dell’intero 2017 del 50%, per arrivare a circa €6.1 miliardi rispetto ai €4.1 miliardi del 2016.

In Asia, gli utili netti della società della Malesia Lotte Chemical Titan sono diminuiti del 19.1% su base annua con RM1.06 miliardi ($273 milioni) nel 2017. La società tailandese Siam Cement Group (SCG) ha visto un utile netto in calo del 2% a THB55.0 miliardi ($14.4 miliardi), tuttavia l’EBITDA è cresciuto del 4% a THB102.1 miliardi ($3.2 miliardi) nel 2017.

Intanto le società petrolchimiche di Giappone e India hanno annunciato i risultati finanziari del terzo trimestre tra gennaio e febbraio, mentre i dati dell’intero anno saranno annunciati entro il 31 marzo, al termine dell’anno fiscale.
Prova Gratuita