Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produttori sauditi riportano risultati finanziari 3° trimestre

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 21/10/2014 (18:11)
Secondo fonti dei media, le società saudite Kayan Petrochemicals, Yanbu National Petrochemical (Yansab) e Saudi International Petrochemical (Sipchem) hanno riportato i risultati finanziari del terzo trimestre del 2014.

L’utile netto della Kayan nel periodo luglio-settembre è cresciuto del 55% sull’anno a 66.9 milioni di rial ($18 milioni), risultato che la società ha attribuito alle maggiori vendite a prezzi più elevati e alla diminuzione dei costi dei feedstock. Il sito della società a Jubail comprende un impianto da 1.478 milioni ton/anno di etilene, uno da 630,000 ton/anno di propilene, uno da 350,000 ton/anno di PP e uno da 400,000 ton /anno di HDPE.

L’utile netto di Yansab è diminuito invece del 20.06% sull’anno per raggiungere i 691.3 milioni di rial ($184.3 milioni) nel terzo trimestre. Tuttavia c’è stato un incremento del 12.8% dai 613 milioni di rial registrati nel secondo trimestre dell’anno. La società ha indicato i volumi di vendita più bassi e i costi in rialzo dei feedstock come causa dei risultati deboli su base annua. La Yansab opera in un impianto da 1.3 milioni ton/anno di etilene, un impianto da 700,000 ton/anno di propilene e un impianto da 700,000 ton/anno di MEG a Yanbu.

La Sipchem infine ha riportato un calo del 13.3% anno su anno dell’utile netto per il terzo trimestre del 2014, pari a 160.6 milioni di rial ($27.1 milioni). Su base trimestrale, l’utile è diminuito del 34.34% rispetto ai 244.6 milioni di rial registrati nel secondo trimestre. La società ha attribuito i risultati in calo alle chiusure degli impianti di metanolo e butanolo e ai costi in rialzo dei feedstock.
Prova Gratuita
Login