Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Produzione PET: in miglioramento situazione globale, ancora tensione in Europa

  • 28/06/2018 (11:04)
I mercati globali di PET sono sotto la pressione dell’offerta corta a causa di una serie di interruzioni dovute a fermi impianto programmati e non. La domanda in crescita grazie all’alta stagione ha esasperato l’offerta corta e ha spinto i prezzi spot di PET ai massimi degli ultimi anni a livello globale. Tuttavia, alcuni riavvii di impianti e i prossimi avvii di nuove capacità dovrebbero migliorare in parte la situazione nel medio termine, considerando anche una flessione della domanda prevista per la fine dell’alta stagione.

I mercati asiatici di PET hanno risposto ai prezzi in calo dei feedstock nell’ultima parte di giugno. Il miglioramento delle preoccupazioni sull’offerta in linea con l’avvio di nuove capacità ha avuto un ruolo nella diminuzione dei prezzi. Un agente di un produttore cinese ha osservato "Ci sono diverse nuove capacità in fase di avvio in Cina e questo potrebbe portare a un aumento dell’offerta nel mercato".

La società cinese Jiangsu Xingye ha inaugurato la nuova linea di PET da 500,000 ton/anno di PET il 18 giugno. La società dovrebbe raggiungere la produzione in specialità a fine mese. La linea da 600,000 ton/anno della Jiangyin Chengold è stata avviata a giugno. Tuttavia il produttore ha dovuto chiudere la nuova linea a causa di alcune indagini ambientali.

La società di Taiwan Far Eastern New Century (FENC) ha in programma l’avvio di una nuova linea di PET in Vietnam. La nuova linea da 400,000 ton/anno dovrebbe essere avviata a fine giugno.

Secondo voci di mercato, l’impianto di PET da 360,000 ton/anno della M&G USA Corp. ad Apple Grove, West Virginia, sarà riavviata a luglio.

La società egiziana EIPET sta per riavviare la produzione dell’unità da 540,000 ton/anno di PET ad Ain Sokhna a fine agosto, dopo che l’unità è rimasta inattiva per oltre tre anni per difficoltà finanziarie. Il ritorno della società dovrebbe migliorare l’offerta in Egitto e nei mercati vicini.

La società dell’Oman Octal ha intenzione di riavviare l’unità da 850,000 ton/anno di PET a fine giugno.

In Europa, tuttavia, i player non si aspettano un miglioramento a breve, considerando il picco dell’alta stagione e i problemi di offerta in corso su PET e PTA nella regione.

JBF ha aumentato le allocazioni dall’impianto di PET dall’impianto di Geel mentre Neo Group ha intenzione di avviare una nuova linea di PET a Klaipeda, Lituania a fine giugno. Nonostante questi sviluppi, il mercato europeo del PET resta molto corto perché le forze maggiori di JBF sul PET e di BP sul PTA restano in atto, mentre anche la società PKN Orlen avrebbe riscontrato nuovi problemi all’unità di PTA di Wloclawek, Polonia.
Prova Gratuita