Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Quale impatto avrà sull'Asia il divieto di import di scarti di materie plastiche della Cina?

  • 08/01/2018 (11:57)
A luglio 2017 la Cina, il maggiore importatore di scarti di materie plastiche, ha annunciato la decisione di vietare l’import di scarti di materie plastiche, divieto entrato in vigore dal 1° gennaio 2018. Il principale obiettivo della Cina è proteggere la salute collettiva e l’ambiente, riducendo la plastica e altri materiali riciclabili che riceve principalmente da Europa, Giappone e USA.

Oltre agli effetti sull’industria globale del riciclo, il nuovo divieto ha già avuto un impatto sui mercati dei polimeri in Asia. I primi effetti si sono sentiti in primo luogo sui mercati locali di PE e PP in Cina questa settimana, facendo registrare un aumento dei prezzi.

Un trader di PP ha commentato "I prezzi locali sono in rialzo questa settimana e crediamo che il trend rialzista continuerà nel breve termine a causa dell’offerta corta e del divieto di importare scarti, facendo crescere la domanda di materiale vergine".

Un altro trader ha osservato "I future di PP e LLDPE sul Dalian Commodity Exchange sono aumentati questa settimana con il supporto del divieto di importare scarti di materie plastiche e dell’offerta limitata dagli USA. I future in rialzo e le scorte basse di due dei maggiori produttori stanno supportando il mercato locale".

I player del Sudest Asiatico sono stati per lo più soddisfatti del divieto imposto in Cina, perché hanno ricevuto un crescente numero di offerte per plastiche riciclabili, in linea con la ricerca di nuove destinazioni da parte degli esportatori.

Un produttore regionale di ABS ha osservato "Crediamo che il divieto imposto dalla Cina sia una buona notizia per i produttori di ABS perché l’assenza della Cina porterà a una crescita delle vendite del 10%". Un trader indonesiano di PS ha affermato "La Cina non importerà più scarti di materie plastiche e crediamo che questo spingerà i buyer a usare materiale di prima scelta".

Un trader di PET del Vietnam ha commentato "Non crediamo che i prezzi di PET vedranno delle diminuzioni nel breve termine perché la domanda migliorerà, soprattutto dopo il divieto della Cina di importare scarti".
Prova Gratuita