Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

RDIF e fondi internazionali finanziano progetto petrolchimico di Sibur

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 14/12/2015 (12:53)
Secondo un comunicato stampa apparso sul sito web della società, il Russian Direct Investment Fund (RDIF) e altri fondi sovrani del Medio Oriente hanno investito nel progetto petrolchimico ZapSibNeftekhim di Sibur (Russia) a Tobolsk, nella regione di Tyumen.

Il valore totale dell’investimento del progetto è stato riportato a $9.5 miliardi. Oltre ai fondi forniti dal National Welfare Fund (NWF) della Russia, sono stati forniti fino a $3.3 miliardi da banche commerciali, dal RDIF e dai suoi co-investitori. Intanto, Sibur sta continuando a finanziare la costruzione del complesso anche a sue spese.

Il progetto ZapSibNeftekhim di Sibur è il più grande investimento della società, ed è destinato ad essere un complesso petrolchimico integrato. Una volta che verrà completato, ZapSibNeftekhim sarà il sito petrolchimico moderno più grande della Russia. Il progetto include la costruzione di un cracker con una capacità di 1.5 milioni ton/anno di etilene e di circa 500,000 ton/anno di propilene, oltre ad un’unità per frazione butano-butilene da 100,000 ton/anno, e unità per la produzione di PE e PP con una capacità totale di 2 milioni ton/anno.
Prova Gratuita