Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Repsol mira a vendere €6.2 miliardi di asset entro il 2020

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 15/10/2015 (18:30)
Secondo un comunicato stampa sul sito web della società, nel suo piano strategico per il periodo 2016-2020 Repsol (Spagna) ha riportato che ha intenzione di vendere €6.2 miliardi di asset ($7.1 miliardi) entro il 2020, oltre a tagliare gli investimenti del 38% nei prossimi cinque anni per proteggere i dividendi dal calo dei costi del petrolio.

Con la vendita degli asset, la società aumenterà il suo EBITDA del 46% a €7.9 miliardi ($9.03 miliardi) nei prossimi cinque anni. La società ha inoltre intenzione di ridurre le sue spese capitali per l’esplorazione e la produzione, di circa il 40% entro il 2020 a €3.58 miliardi ($4.1 miliardi) rispetto ai €5.86 miliardi ($6.7 miliardi) lo scorso anno.

Repsol ha inoltre affermato che la sua produzione è salita a 651,000 barili al giorno (bpd) grazie all’acquisizione di Talisman Energy. Tuttavia, la società potrebbe non essere in grado di mantenere la crescita della produzione a seguito della decisione di tagliare le spese. Nel lungo termine, la produzione della società potrebbe essere di 700,000-750,000 bpd, rispetto a 1 milione bpd in precedenza, senza contare il taglio dei costi e le tasse.
Prova Gratuita
Login