Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Scarso interesse per offerte in rialzo di PVC dagli USA nel Mediterraneo

  • 26/05/2017 (10:40)
I prezzi import di PVC americano sono in aumento nei mercati del Mediterraneo da inizio maggio, quando i fornitori hanno preso una posizione rialzista sui prezzi indicando l’offerta corta e il rimbalzo dei costi del petrolio.

I prezzi hanno iniziato a salire dapprima in Egitto, che è stato seguito da Turchia e Italia. Tuttavia, i player in questi mercati hanno riportato uno scarso interesse all’acquisto di carichi di PVC statunitense per diverse ragioni.

In Turchia, le offerte di PVC k67 dagli USA sono aumentate di $20/ton nella seconda metà di maggio, mentre i buyer hanno preferito prendere una posizione di attesa per le offerte in rialzo in vista dei nuovi annunci dall’Europa. Un produttore di profili vorrebbe acquistare su necessità dall’Europa in quanto crede di poter ottenere prezzi più competitivi da questa regione. Il buyer ha affermato: "anche se abbiamo ancora delle allocazioni relative al documento di riesportazione, non siamo interessati ai carichi statunitensi. Alcuni trader non vogliono offrire PVC dagli USA al momento, in quanto sono consapevoli del fatto che i prezzi non siano praticabili per ora".

Un agente di un produttore Americano ha commentato: "abbiamo ricevuto delle richieste dai clienti ma la maggior parte di essi non ha acquistato per la mancanza di una domanda reale. I trasformatori hanno preferito aspettare le offerte dall’Europa prima di decidere, considerando le attese di un calo sul contratto dell’etilene di giugno". Un altro venditore si aspetta che il suo fornitore resti irremovibile sui livelli in rialzo per il mese prossimo.

In Egitto, le offerte import di k67 dagli USA sono incrementate di $20-30/ton questo mese in Egitto. Diversi player del PVC hanno affermato che la domanda di carichi import è rallentata in vista del Ramadan, che comincerà questo weekend. Un produttore di tubi ha sottolineato: "la disponibilità corta dai fornitori statunitensi non ha avuto un impatto visibile sull’attività per ora in quanto la domanda di prodotti finiti non è brillante in questi giorni. Tuttavia, i venditori americani potrebbero mantenere le politiche di prezzo in aumento per la buona domanda nel loro mercato locale, che mantiene le allocazioni export limitate".

Un trader ha commentato in modo simile: "Le nostre offerte sono in rialzo questa settimana, in linea con l’offerta corta dagli USA. Tuttavia, la domanda in Egitto è scarsa e abbiamo ricevuto richieste limitate dai trasformatori".

In Italia, sono emerse di recente offerte di PVC dagli USA. Anche se hanno un margine relativamente competitivo rispetto ai prezzi locali, i buyer non stanno mostrando molto interesse verso i carichi d’importazione. L’attività è calma in quanto i player sono in attesa del nuovo contratto dell’etilene di giugno. Le attese indicano un calo fino a €50/ton sulla nuova chiusura, mentre i buyer si attendono prezzi in calo anche nel mercato del PVC.

Un produttore di profili, che ha ottenuto rollover dai fornitori regionali che chiedevano inizialmente aumenti di €10/ton per maggio, ha affermato: "abbiamo continuato ad acquistare su necessità settimana scorsa, in quanto ci attendiamo prezzi di PVC più competitivi a giugno in Europa e non vi sono problemi di offerta all’orizzonte".
Prova Gratuita