Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Sentimento in cauta ripresa nei mercati delle poliolefine in Turchia

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 08/02/2019 (12:16)
Sempre più player di PP e PE sono convinti che i prezzi di importazione abbiano toccato il minimo. I prezzi hanno già dato segnali di ripresa per un maggiore interesse all’acquisto per determinati prodotti, anche se i buyer stanno prendendo con cautela il miglioramento del sentimento, vista la domanda tiepida dei loro prodotti finiti.

Venditori cercano rollover o leggeri aumenti sul PP

Sul fronte dei prezzi, il PP copolimero ha registrato per primo degli aumenti a partire da metà gennaio e i trasformatori hanno confermato i graduali aumenti da parte dei fornitori sudcoreani. I prezzi sono aumentati di $20-40/ton sulla settimana. Un trader ha poi osservato “Abbiamo ricevuto prezzi in aumento di $10/ton da parte di un fornitore del Medio Oriente”.

Per il PP omo, le offerte competitive che formavano i minimi sono scomparse, ora che più venditori hanno cercato dei leggeri aumenti per le attese di un rientro in salita per i mercati delle poliolefine in Cina, dopo la pausa per il Capodanno cinese. La maggior parte dei player concorda “Le trattative in leggero rialzo non sono da escludere per il PP fibra, considerando l’offerta sufficiente e la domanda stagionale tiepida della rafia”.

Limitazioni dell’offerta supportano il PP fibra

I trasformatori hanno preferito mantenere le scorte basse dalla seconda metà del 2018 e questo rende difficile tollerare qualsiasi ritardo sulle consegne dei carichi già acquistati. I buyer di PP fibra sono tornati sul mercato per rifornire le scorte dopo la fiera Domotex, tenutasi a metà gennaio. “Alcuni fornitori del Medio Oriente sono fuori dal mercato per una serie di motivi, come i fermi impianto non previsti che hanno contribuito allo scenario rialzista”, ha osservato un player.

Tuttavia, i prezzi di PP rafia restano sotto pressione dalla bassa stagione per i sacchi e dalle numerose fonti di offerta. “Abbiamo ricevuto offerte da Arabia Saudita e India in rialzo di $10-20/ton, ma non abbiamo fretta di acquistare perché il nostro business di prodotti finiti non è promettente per il breve termine”, ha sottolineato un trasformatore.

Diminuisce pressione ribassista da offerte PE dagli USA da inizio 2019

Il mercato del PE della Turchia è stato esposto a una pressione intensa dalle offerte di PE dall’America, come altre regioni tra cui il Sudest Asiatico negli ultimi mesi del 2018. Questo è in linea con il rallentamento della domanda dalla Cina per la guerra commerciale con gli USA. Tuttavia, dopo che i produttori statunitensi hanno ridotto la pressione dalle scorte, hanno adottato un atteggiamento rialzista da gennaio. I trader in Turchia hanno riportato aumenti stabili sulla settimana per questa origine, supportati dal calo delle scorte.

Limitazioni sull’uso degli shopper in plastica posticipano ripresa prezzi di HDPE film

Sulla stessa scia, il trend ribassista ha perso slancio da fine gennaio e LDPE e LLDPE sono stati i primi prodotti a stabilizzarsi prima dell’HDPE film. Questo a causa del ridotto consumo di sacchetti di plastica che ha pesato ulteriormente sulla domanda di HDPE film rispetto agli altri due prodotti. Tuttavia, i fornitori del Medio Oriente hanno annunciato dei rollover per febbraio e gli hanno ottenuti nelle loro trattative chiuse per volumi moderati.

HDPE pipe vede aumenti mensili

La svalutazione della lira turca contro il dollaro USA ha quasi fermato l’attività nel mercato dei tubi, per la cancellazione di diversi progetti statali. Questo ha fatto sì che i prezzi seguissero un trend ribassista da marzo 2018. La notizia del progetto del Sistema di irrigazione che sarà finanziato dalla Banca mondiale ha fatto crescere la richiesta di HDPE pipe (100) nero questa settimana.

Buyer: Poco realistici forti aumenti sulle trattative

I trasformatori ritengono che i prezzi non registreranno forti aumenti nel breve termine, indicando le elezioni di fine marzo. “La domanda potrebbe essere limitata a volumi modesti fino alla seconda metà dell’anno, il che potrebbe tenere sotto controllo gli aumenti. Pensiamo di seguire lo scenario post-festività in Cina”, hanno ribadito i buyer.

Prova Gratuita