Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Sentimento rialzista PVC Asia rallenta per offerte competitive dalla Cina

di Merve Sezgün - msezgun@chemorbis.com
  • 27/02/2020 (11:17)
I prezzi di PVC nella maggior parte dei mercati dell’Asia sono aumentati da dicembre alla metà di febbraio sulla base dell’offerta corta e della domanda stagionale sostenuta. Tuttavia, negli ultimi giorni, il sentimento rialzista ha mostrato segni di rallentamento. Questo è dovuto al fatto che i produttori della Cina hanno iniziato ad aumentare le esportazioni a causa della domanda locale colpita dal virus e hanno offerto il PVC a prezzi competitivi specialmente al Sudest Asiatico.

Mercato locale Cina tocca minimi diversi anni

Secondo i dati del Price Index di ChemOrbis, i prezzi medi settimanali del PVC K67 base etilene e acetilene su base ex-warehouse Cina sono scesi toccando i minimi livelli da giugno 2017.

Diversi produttori di PVC hanno riferito di avere aumentato le allocazioni per l’esportazione dato che la domanda rimane al minimo all’interno del paese a causa dell’epidemia del coronavirus.

Una fonte di un produttore domestico ha affermato, “I prezzi locali continuano a diminuire, trascinati dalla domanda debole. Nel frattempo, i prezzi di importazione del PVC in Asia sono aumentati, spinti dall’ aumento di marzo di un produttore di Taiwan. Per questo motivo abbiamo spostato l’attenzione principalmente ai mercati di esportazione”.

Offerte dalla Cina al SEA in calo di $50

Nel Sudest Asiatico, le offerte di importazione del PVC K67 dalla Cina sono diminuite circa di $40-50/ton rispetto alla scorsa settimana. Nel mercato del PVC base etilene, i minimi del range di prezzo complessivo su base CIF SEA sono stati formati dalle offerte competitive dalla Cina a $860/ton questa settimana.

Fuori dalla Cina, il Sudest Asiatico è una delle regioni maggiormente colpita dal COVID-19 con misure di isolamento che hanno rallentato la produzione e ridotto la domanda. I player hanno affermato, “La domanda debole si è bilanciata con l’offerta relativamente corta. Molti buyer si stanno opponendo agli aumenti di prezzo per marzo”.

Mercato import India si stabilizza ai massimi di un anno

La domanda di PVC è stata forte per un paio di mesi in India grazie al picco della stagione dell’agricoltura e delle solide attività di costruzioni. Oltre a ciò, l’offerta è stata per lo più corta a livello globale. L’insieme di questi due fattori ha spinto i prezzi di importazioni per l’India in rialzo dall’inizio dell’anno.

Questa settimana, tuttavia, i dati del Price Index di ChemOrbis hanno mostrato che i prezzi medi settimanali del PVC K67 su base CIF India si sono per lo più stabilizzati ai massimi di un anno.

Una fonte di un produttore locale ha commentato, “La domanda di PVC in India rimane solida e il sentimento di mercato è ancora sostenuto dagli annunci di prezzo in rialzo per marzo. Tuttavia, il numero crescente di offerte competitive dalla Cina e da altri paesi potrebbe esercitare pressione sui prezzi”.

In India, il PVC della Cina è soggetto a un dazio anti-dumping di almeno $61.14/ton, oltre a un dazio doganale del 10%.

Un trader ha affermato, “Anche se i buyer non hanno fretta di acquistare il PVC dalla Cina, la presenza di offerte a livelli competitivi potrebbe rafforzare la loro opposizione ad ulteriori aumenti di prezzo”.

Prova Gratuita