Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Settore manifatturiero USA ancora in contrazione a novembre

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 03/12/2019 (13:16)
L’attività nel settore manifatturiero degli USA è diminuita a novembre, secondo un report rilasciato dall’Institute for Supply Management (ISM).

L’ultimo PMI registrato è a 48.1%, in calo dello 0.2% rispetto alla rilevazione di ottobre di 48.3%. Novembre è stato il quarto mese consecutivo di contrazioni del PMI, ad un tasso maggiore rispetto al mese precedente.

L’indice dei nuovi ordinativi di esportazione è di nuovo in contrazione, contribuendo con un calo mensile dell’1.9% a 47.2% nell’indice dei nuovi ordini.

L’indice produttivo è a 49.1%, in rialzo del 2.9% rispetto alla rilevazione di ottobre mentre l’indice relativo alle assunzioni è diminuito dell’1.1% mese su mese a 46.6%.

L’ISM ha affermato che il sentimento complessivo è neutro per quanto riguarda il breve termine e ha sottolineato il fatto che il commercio globale rimane il problema maggiore presente nel report.

Sulle 18 industrie manifatturiere, 13 settori sono in contrazione a novembre. I settori che hanno registrato una crescita sono i prodotti plastici e gomme, petrolio e carbone e prodotti chimici.

Una fonte nel settore chimico ha affermato, “L’industria sta calando globalmente, ma la curva sembra che si stia appiattendo.” Un’altra fonte nel settore delle plastiche e gomme ha riportato, “Siamo vicini al periodo festivo e stiamo vedendo un calo degli ordini inevasi dato che i nuovi ordini del 2020 sembrano minori rispetto agli scorsi anni.”
Prova Gratuita
Login