Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Stats: Import polimeri Turchia del 2020 si preparano a battere record del 2017

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 04/01/2021 (11:47)
Secondo le Statistiche di Importazione di ChemOrbis, le importazioni complessive di polimeri in Turchia sono aumentate del 10% a novembre rispetto allo stesso mese del 2019. Guardando alle importazioni complessive tra gennaio e novembre, i volumi si preparano a superare 5 milioni di tonnellate per l’intero anno.

Le importazioni complessive di polimeri hanno infranto il record del 2017 perché i volumi complessivi hanno toccato i massimi storici di 5,003,000 ton durante quell’anno.

Import complessive indifferenti a COVID-19

I dati complessivi suggeriscono che il totale delle importazioni tra gennaio e novembre ha già toccato i massimi storici di 4,854,000 ton, con un incremento del 10% sull’anno.

Apparentemente, le importazioni complessive di polimeri del paese supereranno la soglia delle 5 milioni di tonnellate per l’intero 2020, anche se il tasso di crescita dei volumi è diminuito a dicembre.

Turkey – Import Statistics

Non sarebbe sbagliato dire che i consumi di polimeri in Turchia sono rimasti indifferenti agli effetti della pandemia. Inoltre, sono stati favoriti dalla crescente domanda di diversi prodotti finite. La pandemia in corso ha portato a un boom delle vendite online, nei supermercati e dei consumi di prodotti igienici e di packaging.

Tra tutti i settori, quello del turismo è stato il più colpito dalla pandemia, mentre i settori immobiliare e dell’auto hanno spiccato a seguito delle interruzioni nella catena dell’offerta, dei prestiti a basso tasso di interesse e dei sussidi del governo.

Quasi tutti i prodotti hanno contribuito alla crescita a novembre

Facendo un’analisi per prodotto, le importazioni di PP, PVC, PE, PS, ABS e PET tessile hanno registrato aumenti annui durante novembre. PS (70%), ABS (50%), HDPE (29.5%), e PVC (25.5%) hanno registrato gli aumenti più visibili. Il PET tessile, il PP copolimero e l’LLDPE hanno mostrato incrementi relativamente modesti tra il 12% e il 17%. I volumi di PP omo e LDPE hanno visto una crescita inferiore del 10% sull’anno a novembre.

Le importazioni di EPS e PET bottiglia, intanto, a novembre sono diminuite rispettivamente del 15% e del 22% rispetto allo stesso mese del 2019.

I dati riflettono la ripresa dell’economia in Turchia

La crescita delle importazioni di materie prime è in linea con il graduale recupero dell’economia della Turchia a partire da maggio. Dopo la crisi legata alla valuta del 2018, l’economia del paese questa volta è stata duramente colpita dalla pandemia di COVID-19. L’economia ha sofferto una contrazione nel Q2, quando il PIL è diminuito del 9.9% anno su anno, prima di rimbalzare del 6.7 nel Q3.

Le capacità di utilizzo del paese sono cresciute in modo costante tra maggio e novembre prima di diminuire a dicembre. Inoltre, il manifatturiero ha iniziato la fase di recupero a luglio ed è rimasto in crescita da allora, dopo le forti flessioni viste tra marzo e maggio.
Prova Gratuita
Login