Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri – Europa Dicembre 2019

di Marta Rotini - mrotini@chemorbis.com
  • 19/12/2019 (15:09)

Mese: Dicembre 2019
€/ton €/ton
Polymer MinMax
EPS10401190
PA 617701950
PA 6,6 32503780
PC 17502000
SAN 15501670
PBT22002250
POM 15801650
PMMA 2750 3100


Mercato EPS vede ulteriori riduzioni a dicembre

Nel mercato dell’EPS, i player hanno riferito di avere concluso le trattative di dicembre con riduzioni tra €30/ton e €50/ton. Questo è dovuto principalmente alle diminuzioni del contratto dello stirene di dicembre, che è stato chiuso con un calo di €47/ton rispetto a novembre. Dato che i prezzi dell’EPS hanno raggiunto livelli piuttosto bassi, diversi buyer hanno deciso di acquistare volumi aggiuntivi in attesa di un rimbalzo dei prezzi dell’EPS per l’inizio del 2020 nonostante i giorni lavorativi limitati del mese e una domanda più calma. Un trasformatore ha commentato, "Abbiamo deciso di fare le scorte in base alle aspettative di vedere un aumento dei prezzi dell’EPS dopo 3 mesi di riduzioni, sostenuti anche da possibili piccoli aumenti nel contratto del monomero di gennaio così come dai margini ristretti”. Per quanto riguarda l’EPS nero/grigio autoestinguente, il range complessivo è stato riportato in calo di circa €30/ton da novembre a €1260-1290/ton FD. Nel mercato di importazione, nel frattempo, un buyer ha affermato di avere ricevuto un’offerta per materiale iraniano in calo di €40/ton a €1000-1030/ton per l’EPS bianco regolare, su base DDP. I player hanno già espresso le loro aspettative per gennaio che rimandano ad aumenti di circa €30/ton nello stirene e forse nel mercato dell’EPS. Tuttavia, alcuni trasformatori non escludono di vedere un rimbalzo dei prezzi solo a febbraio, quando inizia la stagione dell’EPS.


Prezzi PA6 in calo nonostante contratto benzene dicembre in rialzo

Anche se il contratto del benzene di dicembre è stato chiuso con un aumento di €70/ton rispetto a novembre, i prezzi di PA6 hanno visto principalmente cali, specialmente nel compound, dove sono state riportate diminuzioni fino a €50-70/ton. I buyer hanno riportato di essersi assicurati il materiale principalmente sulla base delle proprie esigenze, pagando riduzioni di circa €20-30/ton, mentre rollover sono stati riportati solo in alcune trattative. Un trasformatore in Italia ha dichiarato, "Alcuni produttori hanno offerto il materiale con prezzi aggressivi per incrementare le vendite a fine anno, nonostante le dinamiche di domanda e offerta abbastanza bilanciate". I player sono concentrati su gennaio, con le prime aspettative che rimandano a un possibile rimbalzo dei prezzi del PA6 dato il bisogno dei buyer di rifornire gli stock, il complesso energetico in rialzo e gli aumenti importanti dei prezzi spot del benzene nel corso del mese. Tuttavia, alcuni player non escludono la possibilità di vedere stabilità con il nuovo anno considerando la domanda piatta dopo le festività natalizie.

Trattative PA66 chiuse da rollover a in calo

Il mercato del PA66 è stato chiuso con prezzi da stabili a in ribasso questo mese, dopo che il contratto del butadiene di dicembre è stato chiuso con un calo di €50/ton rispetto a novembre. Un fornitore del Sud Europa ha commentato, “Abbiamo applicato piccole riduzioni di €10-20/ton questo mese. Tuttavia, siamo ottimisti circa il 2020 dato che i trasformatori potrebbero dovere rifare le scorte se la domanda dovesse riprendersi. Inoltre, la manutenzione prolungata presso un produttore europeo di ADN potrebbe far salire i prezzi di PA66”. Durante l’ultima parte dell’anno, i buyer hanno preferito svuotare le scorte e acquistare il materiale sulla base delle loro esigenze dato il sentimento negativo a causa della scarsa domanda nel settore principale dell’automotive. Sebbene le dinamiche di domanda e offerta siano state abbastanza equilibrate, i prezzi sono diminuiti. Per quanto riguarda gennaio, il sentimento di acquisto nel settore dell’automotive determinerà in parte la tendenza PA66 insieme al contratto butadiene. La stabilità nei prezzi spot del monomero e l’offerta più che buona potrebbero pesare sul risultato di gennaio.

Mercato PC raggiunge livelli di prezzo bassi

Come anticipato nell’ultima analisi, i prezzi del PC sono rimasti stabili a dicembre nonostante il forte aumento di €70/ton nell’ultima chiusura del contratto del benzene. Come ha affermato un trasformatore, la domanda è stata scarsa a causa del periodo di fine anno. il trasformatore ha aggiunto, "Abbiamo preso il materiale in base alle nostre esigenze anche se i nostri fornitori stavano concedendo alcuni sconti per diminuire le proprie allocazioni". Secondo diversi player, i prezzi del PC hanno raggiunto livelli abbastanza bassi nel 2019, con margini molto ridotti da parte dei fornitori. Per quanto riguarda il 2020, le prime aspettative rimandano principalmente a stabilità nel mercato di gennaio data la lunghezza limitata del mese specialmente nel Sud Europa e la domanda calma dopo la pausa natalizia. Tuttavia, bisogna tenere conto anche del risultato del contratto del benzene, che potrebbe vedere degli aumenti dati i significativi rialzi nel mercato spot nel corso del mese.

Mercato PBT chiuso a rollover

Nel mercato del PBT, i player hanno riferito di aver concluso le trattative a rollover anche questo mese. La domanda è stata debole per via dell’avvicinarsi delle festività nella regione così come della mancanza di supporto da parte del settore dell’automotive. L’offerta, al contrario, è stata bilanciata con l’interesse di acquisto complessivo. Per quanto riguarda gennaio, i player hanno iniziato a esprimere la possibilità di vedere stabilità nei prezzi del PBT a causa della mancanza di fattori rialzisti.

Mercato POM segue trend principalmente stabile

Le trattative del POM sono state chiuse principalmente a rollover questo mese. Solo un fornitore della Corea del Sud ha riportato di avere diminuito i prezzi di €50/ton per dicembre. Le attività di trading sono rimaste calme questo mese a causa della bassa stagione, con i buyer che hanno saltato gli acquisti o preso materiale in base alle proprie esigenze. Un trasformatore ha riferito di avere ricevuto un’offerta dalla Corea del Sud a €1400/ton, base DDP con consegna a febbraio, ma ha deciso di non acquistare il materiale questo mese, mantenendo gli stock a livelli bassi. A gennaio, i prezzi del POM non dovrebbero vedere dei grossi cambiamenti a causa delle attività di mercato calme.

Trattative PMMA chiuse a livelli invariati per materie prime stabili

I player hanno chiuso le trattative di dicembre a rollover sulla scia dei prezzi stabili dell’MMA. La lunghezza limitata del mese così come l’avvicinarsi della pausa natalizia ha pesato sul sentimento di acquisto complessivo, che è rimasto debole. Tuttavia, i partecipanti del mercato sono già focalizzati su gennaio dato che hanno iniziato le negoziazioni con i loro fornitori. Alcuni produttori hanno già annunciato diminuzioni tra €50/ton e €60/ton nei loro prezzi a causa della mancanza di sostegno dalla domanda, che dovrebbe essere piatta nel primo trimestre del 2020. Di conseguenza, i venditori dovrebbero concentrarsi più sui volumi che sui prezzi il prossimo anno, ha commentato un distributore di un produttore del Nord Europa.

Prezzi SAN registrano piccoli cali per contratto SM in diminuzione

Le trattative del SAN sono state chiuse principalmente con delle riduzioni di €30/ton questo mese dopo che il contratto dello stirene di dicembre è stato chiuso con un calo di €47/ton. Solo alcuni rivenditori hanno riportato di avere venduto il materiale a prezzi stabili sul mese. Dato che le dinamiche di domanda e offerta non erano bilanciate considerando un sentimento di acquisto tipico di fine anno rispetto a un’offerta buona, alcuni venditori hanno concesso di negoziare i propri prezzi. Tuttavia, alcuni buyer hanno deciso di saltare gli acquisti al fine di mantenere gli stock abbastanza bassi, aspettando il mese di gennaio per acquistare il materiale. I player non escludono di vedere piccoli rialzi a gennaio a causa di una possibile chiusura in rialzo del contratto dello stirene sulla scia dei forti aumenti registrati nei prezzi spot sul mese. Tuttavia, il trend del SAN dipenderà anche dallo stato della domanda, che potrebbe rimanere calma considerando la calma legata successiva alle festività regionali specialmente nei paesi del Sud Europa.

I range di prezzo riportati includono i costi medi di nolo per la sede dei clienti così come i dazi se applicabili, anche se l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita
Login