Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Agosto 2017

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 01/08/2017 (12:03)

Mese: Luglio 2017
€/ton €/ton
Polimero MinMax
EPS13301400
PA 622502400
PA 6,6 27002850
PC 25002600
SAN 18101910
PBT20002200
POM 14501550
PMMA 2600 2750


I prezzi di EPS hanno registrato altri aumenti tra i €20/ton e i €50/ton a luglio dopo la chiusura del contratto dello stirene in rialzo di €27.5/ton su giugno. I buyer hanno osservato che i produttori europei hanno applicato aumenti di entità differenti. Infatti, hanno pagato rincari di €20-30/ton con alcuni fornitori mentre altri produttori con disponibilità ridotta hanno incrementato i prezzi di €40-50/ton. L’offerta di EPS è rimasta limitata per alcune origini; tuttavia la disponibilità era complessivamente sufficiente per coprire le necessità del mercato. Per agosto, i player si aspettano una chiusura in calo del contratto dello stirene mentre le attese sui prezzi di EPS sono da rollover a in leggero calo tra l’offerta limitata e l’attività più debole ad agosto.

I prezzi di PA6 hanno registrato forti diminuzioni di €50-100/ton a luglio. I venditori hanno indicato l’offerta ampia come ragione principale delle riduzioni di prezzo. D’altra parte, i prezzi di PA 6,6 sono rimasti stabili sul mese in quanto il forte calo di €400/ton sul contratto del butadiene di luglio è stato controbilanciato dalla disponibilità limitata per questo prodotto. I player hanno riportato che la domanda di PA6 e PA6,6 era buona, in particolare dal settore automotive. L’outlook di agosto, intanto, è stabile in quanto l’attività di trading rallenterà e molte aziende sospenderanno la produzione per 2-3 settimane durante il periodo estivo. Per quanto riguarda le materie prime, i player hanno riportato diminuzioni di circa €50-100/ton sui prezzi del caprolattame di luglio mentre il contratto del butadiene di agosto è stato siglato in calo di €75/ton a €750/ton FD NWE.

I prezzi di PC si sono stabilizzati a luglio, anche se l’offerta locale è rimasta limitata. La domanda è stata soddisfacente mentre i venditori si attendono un’attività calma ad agosto per la pausa estiva. I player hanno continuato a riportare tempi di consegna lunghi dai fornitori europei, mentre i prezzi nazionalizzati di materiale dalla Corea del Sud sono stati riportati in linea con le origini Europee a €2500-2550/ton FD. Alcuni trader si sono lamentati che il materiale nazionalizzato ha perso competitività rispetto ai carichi europei. Per agosto, i player si attendono rollover sui prezzi di PC per l’attività limitata. Intanto, l’outlook di settembre è ancora incerto in quanto i buyer torneranno sul mercato per acquistare dopo la pausa estiva.

I prezzi di PBT e POM sono rimasti stabili per un altro mese a luglio. Un trader ha osservato che l’offerta di POM è migliorata di recente in quanto vi è più materiale import disponibile. Alcuni trasformatori hanno acquistato POM e PBT per coprire le necessità prima della pausa estiva mentre altri hanno già ordinato dei carichi per settembre. L’outlook di agosto è stabile per entrambi i prodotti.

Il mercato del PMMA ha registrato aumenti a tre cifre a luglio. La ragione principale del trend rialzista è stata la disponibilità limitata sia di PMMA che di MMA. I player hanno riferito che i produttori di PMMA stanno fornendo solo volumi limitati ai clienti e non hanno volumi in più da allocare in caso di un picco della domanda di prodotti finiti. Alcuni venditori hanno commentato che i problemi sull’offerta di PMMA dovrebbero persistere fino a settembre e ottobre e che le importazioni dall’Asia sono limitate. Nel mercato import, il materiale giapponese è stato riportato a €2550/ton DDP, in rialzo di €200/ton sul mese precedente, mentre i prezzi di materiale taiwanese sono stati riportati a €1700/ton DDP Italia, con dazio al 6.5%, 60 gg. Un venditore ha riportato che un produttore del sud Europa ha applicato incrementi a tre cifre per il terzo trimestre. Ha riferito che i clienti hanno dovuto acquistare a questi livelli considerando la mancanza di materiale immediatamente disponibile in quanto la disponibilità di PMMA è inferiore del 20% rispetto ai consumi globali. I distributori hanno ricevuto nuove richieste di materiale spot a luglio, ma hanno dato priorità ai clienti abituali in quanto hanno venduto tutte le allocazioni di luglio. Inoltre, non vi è competitività dal PC in questo periodo in quanto la disponibilità è ridotta anche per questo prodotto. I prezzi di PMMA dovrebbero restare intorno ai livelli attuali fino a settembre mentre alcuni player pensano che non siano praticabili ulteriori aumenti nel quarto trimestre.

I prezzi del SAN hanno seguito un trend da stabile a in rialzo di €10/ton a luglio. Alcuni rivenditori hanno riportato che la domanda in calo in vista della pausa estiva ha controbilanciato il contratto dello stirene in rialzo e i tentativi di aumento iniziali non sono stati accettati dai buyer. Un distributore ha affermato che un fornitore taiwanese ha applicato aumenti sui prezzi di luglio in quanto hanno registrato una domanda migliore in Cina e si stanno concentrando sul mercato asiatico. L’outook di agosto è per lo più stabile tra le attese di un rallentamento della domanda e di una chiusura in calo dello stirene.

I range di prezzo includono un costo medio di trasporto al magazzino del cliente, dazi quando applicabili, mentre l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita