Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Tecnopolimeri - Europa Novembre 2018

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 02/11/2018 (11:38)

Month: October 2018
€/ton €/ton
Polymer MinMax
EPS14901580
PA 621502500
PA 6,6 39504500
PC 23003000
SAN 17802000
PBT21502400
POM 18002040
PMMA 2900 3300


Il mercato dell’EPS ha registrato un trend ribassista a ottobre sulla scia del calo del contratto dello stirene. I player hanno riportato che le trattative dell’EPS di ottobre sono state concluse con diminuzioni di €60-70/ton, per lo più in linea con il ribasso dello stirene di €70/ton. La domanda debole sia nel settore del packaging sia in quello dell’isolamento e la pressione dagli stock dei venditori hanno supportato il trend ribassista. Inoltre, le aspettative ribassiste per novembre, confermate dal forte calo di €170/ton dei contratti mensili dello stirene hanno spinto i buyer a limitare gli acquisti a ottobre. Per le importazioni, intanto le offerte hanno continuato a emergere a prezzi competitivi pari a €1430-1450/ton DDP, per materiale iraniano; tuttavia, non hanno attirato un forte interesse all’acquisto da parte dei trasformatori in quanto il materiale è offerto in sacchi.

I prezzi del PA6 hanno mantenuto il trend da stabile a in ribasso a ottobre date le condizioni bilanciate del mercato e i contratti del benzene di ottobre siglati in calo di €16/ton in Europa. Nel frattempo, i contratti del caprolattame sono stati siglati con diminuzioni di €8/ton e di €16/ton per ottobre a seconda del livello di partenza sulla scia del calo del contratto del benzene in Europa. Il livello minimo del range complessivo del PA6 era in leggero calo a ottobre, con un trasformatore che ha pagato leggere diminuzioni di €20/ton con i suoi fornitori europei e ha riportato un buon business di prodotto finito. I venditori, intanto, hanno concluso la maggior parte delle trattative di ottobre a rollover e si aspettano un trend simile a novembre in quanto non sono previsti cambiamenti delle dinamiche del mercato.

Il mercato del PA66 è rimasto sotto pressione dalla persistente scarsità di materiale nella regione. I prezzi hanno registrato da rollover ad aumenti come anticipato nell’analisi del mese scorso. La maggior parte dei prezzi di listino è emersa a €4000/ton e al di sopra di tale livello a ottobre e i venditori hanno riportato un’offerta molto corta. Un distributor di un produttore europeo ha applicato forti aumenti di €400/ton sui suoi prezzi di ottobre, seguendo la politica di Prezzo del suo fornitore e ha aggiunto, “Le nostre allocazioni sono estremamente limitate e l’offerta resterà corta fino al secondo trimestre del 2019 a causa della limitata disponibilità di ADN”. Nel frattempo, i contratti del butadiene di novembre sono stati siglati in forte calo di €100/ton in Europa; tuttavia, il mercato non cambierà direzione a novembre per via della scarsa offerta derivante da problemi produttivi di ADN e PA66 che oscureranno il calo dei costi. Di conseguenza, i player si aspettano un nuovo giro di aumenti per la restante parte dell’anno.

Il mercato del PC ha registrato nuove diminuzioni per via della domanda debole e della buona offerta. I player hanno riportato che le trattative di ottobre sono state concluse per lo più con forti ribassi di €400-500/ton da settembre. Intanto, un distributore di un produttore nord europeo ha commentato, “L’offerta dei produttori è molto ampia ora mentre la domanda è scarsa. Inoltre, il sentimento nel mercato cinese è debole”. Diversi venditori hanno riportato di avere ancora stock invenduti e di avvertire pressione dalle vendite. Anche il materiale dalla Corea del Sud è stato commercializzato con delle diminuzioni rispetto a settembre, sebbene i prezzi non offrano un’opzione competitiva dato il trend ribassista nel mercato locale.

I prezzi del PBT non hanno registrato variazioni significative a ottobre e hanno mantenuto un trend stabile date le condizioni bilanciate del mercato. Le voci riguardo possibili tentativi di aumento da parte dei venditori sui prezzi di ottobre non si sono verificati e la domanda è rimasta piuttosto stabile nonostante la scarsità di PA6. Per novembre, le aspettative sono per un trend pressoché stabile.

Il mercato del POM ha seguito per lo più un trend stabile; tuttavia, i player hanno riportato che l’offerta di resina acetalica è rimasta abbastanza corta e alcuni distributori hanno commentato che qualche grado è stato più limitato. Intanto, il materiale nazionalizzato della Corea del Sud è stato offerto a €1800-2000/ton FD. Per quanto riguarda novembre, le aspettative sono per un trend stabile, con alcuni player che anticipano che i prezzi sui minimi dei range potrebbero scomparire a causa della limitazione di offerta della resina acetalica nella regione.

I prezzi del PMMA sono rimasti stabile per ottobre, con i player che hanno citato i fondamenti bilanciati mentre i prezzi in calo dell’ MMA non hanno ancora portato a un trend ribassista. Guardando avanti, i player si aspettano che il trend stabile possa essere esteso a novembre, citando il contratto in ribasso dell’ MMA, che è stato chiuso con una diminuzione di €8/ton per novembre a €875/ton FD NWE, mentre le condizioni della domanda e offerta dovrebbero restare per lo più bilanciate a casa della domanda stabile e del miglioramento del livello di offerta del PMMA.

Il mercato del SAN è diminuito a ottobre, in seguito al calo dello stirene in Europa. Le trattative di ottobre sono state chiuse per lo più con delle diminuzioni da €40/ton fino a €70-80/ton rispetto a settembre. Inoltre, le attività sono state deboli a causa della domanda calma e delle aspettative in calo per novembre, che hanno trovato conferma nel forte calo del contratto dello stirene che ha chiuso in ribasso di €170/ton in Europa. Nel mercato delle importazioni, nel frattempo, un buyer ha riportato un’offerta per un carico di materiale sudcoreano a €1680-1700/ton, su base DDP, attestandosi €80-100/ton al di sotto dei minimi del range complessivo locale. Tuttavia, il trasformatore ha rifiutato questa offerta, indicando i termini di consegna lunghi, il suo business di prodotto finito in calo e le aspettative di vedere delle notevoli diminuzioni nel mercato locale di novembre.

I range di prezzo riportati includono i costi medi di nolo per la sede dei clienti così come i dazi se applicabili, anche se l’IVA è esclusa.
Prova Gratuita