Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Trasformatori Turchia valutano restrizioni su shopper in plastica

  • 05/04/2017 (11:07)
In Turchia sono emerse le prime reazioni sulla possibile restrizione che potrebbe essere applicata all’uso di shopper in plastica nel paese dall’inizio del 2018. La legge, che al momento è ancora una bozza, sarà applicata facendo pagare un extra per ogni sacchetto, nel tentativo di ridurne l’utilizzo, come previsto dalla normativa sui rifiuti del Ministero dell’ambiente e dell’urbanizzazione. Diversi trasformatori hanno valutato il possibile impatto di questa legge sul settore.

Come risposta immediata a questa decisione, la Fondazione del settore della plastica della Turchia (PAGEV) ha dichiarato che la decisione potrebbe portare a un calo dei tassi di utilizzo e quindi dell’occupazione. Alcuni rappresentanti del settore hanno dichiarato che potrebbero verificarsi anche delle bancarotte.

L’Associazione degli industriali del settore della plastica della Turchia (PAGDER) ha sottolineato che questo non è un divieto ma una bozza di legge che punta ad adottare delle precauzioni per la riduzione dell’uso di shopper in plastica prodotti con uno specifico spessore di micron.

Per quanto riguarda i trasformatori della Turchia, la notizia non sembra aver destato particolari preoccupazioni finora. Anche se in generale concordano sul fatto che il mercato potrebbe avere inizialmente delle difficoltà nell’adattarsi alla nuova situazione, non ritengono che questo possa causare un crollo dei consumi.

Un produttore di packaging di Istanbul ha commentato "Questa restrizione potrebbe avere un impatto sulla domanda di HDPE film soprattutto dopo i primi 6-9 mesi dall’entrata in vigore della legge".

Altri buyer tuttavia ritengono che la decisione non avrà un impatto negativo sul mercato, considerato che l’unica alternativa agli shopper saranno i sacchetti di carta, che sono considerati meno pratici e più costosi. Un trasformatore di Gaziantep ha affermato "I consumatori alla fine si abitueranno alla nuova normativa e ridurranno l’uso di shopper, pagando quelli che utilizzeranno".

Alcuni trasformatori di Istanbul e Adana hanno commentato "C’erano dei nuovi investimenti programmati per la produzione di sacchetti di plastica in Turchia. Questa notizia potrebbe cancellare questi progetti, il che è positivo perché la concorrenza è già alta nel settore e i margini sono già estremamente ristretti. Gli investimenti potrebbero quindi essere destinati ad altre applicazioni".

I trasformatori della Turchia concordano sul fatto che la domanda di prodotti riciclati vedrà un aumento a seguito di questa decisione. La domanda di prodotti biodegradabili aumenterà per la produzione di shopper e potrebbero essere promossi dei piani di stimolo per l’uso di questi prodotti. Anche le esportazioni di shopper in plastica potrebbero aumentare dopo l’applicazione della legge, perché alcun trasformatori potrebbero cercare delle destinazioni alternative per compensare la perdita della quota di mercato locale.
Prova Gratuita