Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia: aumento del dazio sui polimeri iraniani

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 10/02/2014 (18:28)
La Turchia ha in programma di rivedere i dazi doganali sui polimeri iraniani in rialzo dal 3% al 6.5% il 21 febbraio 2014, e alcuni player discutono riguardo l’effetto che potrà avere il dazio al 6.5% sul mercato d’importazione turco.

I player dichiarano che l’interesse per i carichi iraniani ha iniziato a calare dall’ultima settimana di gennaio a causa dell’incertezza sulla consegna dei carichi prima del 21 febbraio. I buyer possono mantenere il dazio al 3% solo se il materiale iraniano sarà sdoganato prima del 21 febbraio. Secondo alcuni player, questo è il motivo per cui i buyer potrebbero preferire i carichi iraniani che hanno già in magazzino in modo da beneficiare del dazio più basso.

Un produttore di tappeti ha dichiarato: “Ci aspettiamo di vedere ulteriori ribassi sulle offerte per PP iraniano in quanto perderanno il vantaggio del dazio basso il prossimo mese. Inoltre, le offerte per materiale dall’Iran sono ora allo stesso livello delle origini del Medio Oriente. Pertanto, non vediamo nessun vantaggio nell’acquistare questi carichi”. Poiché la domanda resta debole in Turchia, un trader ha lamentato di non essere in grado di terminare i suoi carichi di rafia iraniano che sono già arrivato nella regione meridionale del paese.

Un secondo trader ha commentato "La maggior parte dei venditori ha fatto degli acquisti di ampie quantità dall’Iran per portare qui il materiale prima che i dazi doganali vengano aumentati dal 21 febbraio. Questa situazione e le severe condizioni del meteo nel paese hanno causato lunghe code alle dogane e la maggior parte dei tir è bloccata. Non abbiamo quindi quantità da offrire al momento. Pensiamo di portare qui i nostri carichi precedenti in una volta sola, in modo da poter consegnare ai nostri clienti prima che i dazi siano rivisti in rialzo".

Nel mercato del PE le nuove offerte di importazione dall’Iran sono limitate a causa dei problemi menzionati sopra. Tuttavia i distributori stanno offrendo ampiamente questa origine nel mercato locale, essendosi assicurati il materiale prima della variazione dei dazi. Poiché la domanda locale resta debole e l’offerta non è più corta, stanno fornendo dei prezzi vantaggiosi nel mercato della distribuzione per questi carichi.
Prova Gratuita
Login