Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia, domanda debole frena aumenti su PVC dall’Europa

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 22/09/2016 (12:04)
In Turchia, la domanda per il PVC dopo la festività è debole e ha frenato i target di aumento sul materiale europeo questa settimana. Diversi venditori, che hanno espresso intenzioni rialziste nella settimana prima della pausa, non sono stati in grado di aumentare le offerte di importazione a causa dell’attività ridotta, riuscendo solo ad ottenere piccoli incrementi per questi carichi.

Le offerte complessive per il PVC k67 dall’Europa sono aumentate di $5-10/ton a $865-880/ton CFR Turchia, cash, no dazio, con una trattativa sui minimi del range. I player hanno affermato “La maggior parte delle offerte si attesta a $870-880/ton, mentre qualsiasi prezzo sopra quel livello non verrebbe accettato”. I trader avevano espresso idee di vendita fino a $890-900/ton CFR, cash prima della festività.

Un trader ha ammesso “La domanda deve ancora riprendersi, in quanto i buyer di grandi dimensioni hanno già acquistato secondo necessità a $840-850/ton prima della pausa. Nonostante i nostri precedenti target di aumento, non siamo riusciti a rialzare le offerte per ora, considerato l’interesse all’acquisto debole”.

Un altro venditore ha affermato che le idee di vendita a $890/ton CFR non sono accettabili, citando i precedenti livelli di rifornimento dei trader a $830-840/ton prima della festività. Il venditore ha riferito “Potremmo vedere delle correzioni di prezzo a ottobre, in quanto non ci aspettiamo problemi di offerta in Europa. Inoltre, la domanda in Turchia è problematica a causa delle difficoltà nella riscossione dei crediti e dell’atteggiamento cauto dei buyer per i conflitti politici”.
Un buyer ha riportato “Il mercato resta calmo a causa della pausa, mentre non stiamo osservando nessun miglioramento nel business dei prodotti finiti. Abbiamo ricevuto prezzi agli stessi livelli precedenti alle festività questa settimana e ci aspettiamo un trend per lo più stabile a ottobre”.

Un produttore di profili ha affermato “Ci chiediamo se le offerte di PVC dall’Europa rimarranno ferme oppure no nei prossimi giorni. Crediamo che il mercato sarà più o meno attivo fino all’inizio dell’inverno”. Un produttore di tubi ha commentato “I prezzi sono in leggero aumento rispetto ai livelli precedenti le festività. Tuttavia, non crediamo che ci saranno aumenti sostenibili nelle prossime settimane, dato che l’alta stagione finirà presto”.

Sebbene i mercati del PVC di USA e Asia siano in rialzo, le attese per ottobre in Turchia sono ribassiste a causa delle aspettative di rollover in Europa, dove la domanda non supporta i venditori nel rialzare il mercato, e dove i costi spot dell’etilene sono meno alti rispetto a inizio settembre. I costi spot dell’etilene su base FD NWE indicano un calo di €25/ton rispetto a inizio mese.

Prova Gratuita
Login