Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia, importazioni PVC da USA ai minimi dal 2008

  • 06/01/2016 (11:20)
Le statistiche di importazione della Turchia per novembre sono state pubblicate sul sito di ChemOrbis con le importazioni complessive di PVC che mostrano una diminuzione del 19% su base mensile e del 16% su base annuale. Le importazioni totali di PVC nel periodo gennaio-novembre indicano un calo dell’8%.

Inoltre, i carichi di PVC importato dagli Stati Uniti a novembre hanno toccato i livelli più bassi dal 2008 su base mensile. Le importazioni totali dagli USA tra gennaio-novembre indicano anche un calo del 28% sull’anno. Questi dati sono i più bassi degli ultimi 6 anni, secondo le statistiche di importazione di ChemOrbis.

Un trader ha affermato “La domanda è stata piuttosto debole a settembre e a ottobre, a causa del rallentamento del settore delle costruzioni, dei problemi di liquidità e dell’incertezza politica. È stato quindi chiuso un numero limitato di trattative per il PVC dagli USA, il che ha portato ad un calo del volume delle importazioni a novembre”.

Sebbene le statistiche di importazione mostrino che gli USA hanno registrato la diminuzione maggiore delle importazioni, è stato registrato un calo per quasi tutte le origini del PVC di importazione nel periodo gennaio-novembre. Il secondo principale fornitore di PVC della Turchia, la Francia, ha registrato un calo annuale del 15% nel totale delle importazioni, mentre le importazioni dal Messico, il terzo più grande fornitore della Turchia, sono calate del 17%.

Un altro trader crede che la revisione dei dazi antidumping abbia avuto un ruolo importante nel calo del volume delle importazioni del PVC dagli USA. Il trader ha commentato “Una volta che i dazi antidumping sono stati portati da $45/ton al 18.81% a luglio 2015 per il PVC dagli USA, l’interesse all’acquisto è stato frenato. Sebbene i riesportatori non paghino né i dazi doganali né i dazi antidumping, questo cambiamento ha portato ad un aumento del limite delle lettere di garanzia fornite dalle banche ai buyer. Dato che le banche non sono disposte a fornire limiti alti alle società che non sono finanziariamente forti, l’interesse all’acquisto per il PVC dagli USA è leggermente diminuito”.

Dall’altra parte, alcuni trader hanno riportato di aver chiuso un maggior numero di trattative a novembre e all’inizio di dicembre, a causa del calo dei prezzi per quest’origine, e la tendenza dei buyer a rifornire le scorte per gennaio per beneficiare dei prezzi di fine anno. I trader si aspettano quindi di vedere un aumento dei volumi di importazione nelle statistiche di dicembre e gennaio.

Un player ha commentato “Il 2015 potrebbe non chiudersi con un forte calo del 28% per le importazioni di PVC dagli USA una volta che verranno pubblicati i dati di dicembre. Tuttavia, è certo che questi dati saranno lontani da quelli degli ultimi anni”.

Puoi cliccare Statistiche di importazione per prodotto di ChemOrbis e Statistiche di importazione per paese di ChemOrbis per osservare e confrontare i dati riguardanti le statistiche di importazione dei polimeri su base annuale e mensile nel dettaglio.
Prova Gratuita