Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia, mercati PP, PE influenzati da pausa estiva, incertezza globale

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 02/08/2019 (13:39)
I prezzi di importazione del PP hanno seguito un trend da stabile a in calo, mentre l’HDPE è diminuito nel mercato del PE...

I player turchi hanno deciso di restare per lo più in attesa nel corso della settimana in vista delle nuove offerte di agosto da parte dei loro fornitori. I player sono focalizzati sugli sviluppi delle materie prime e del meeting tra USA e Cina.

I prezzi del petrolio sono crollati il primo di agosto, registrano il calo più forte in 4 anni. Questo è stato seguito dall’annuncio del Presidente Trump delle tariffe su altri beni cinesi dal valore di $300 miliardi a partire dal primo settembre. Questo ha frenato il sentimento alla fine della settimana a causa delle crescenti preoccupazioni economiche su scala globale.

Petrolio in calo, ripresa della Guerra commerciale gettano ombra sui monomeri europei

Le olefine europee hanno ignorato i precedenti cali nel mercato delle materie prime spot, in qualche modo. Il contratto dell’etilene di agosto è stato siglato in rialzo di €10/ton mercoledì, il quale ha portato a pesare che i prezzi potrebbero non calare ulteriormente in seguito alle ferie. Intanto, il contratto del propilene è rimasto invariato.

Un crescente numero di player regionali ha commentato che I produttori europei di materie prime vorrebbero recuperare i margini una volta che le ferie finiscono. “Potremmo non vedere offerte competitive dall’Europa”, ha detto un buyer a inizio settimana.

Tuttavia, il risultato deludente del meeting tra USA e Cina ha gettato ombra insieme al recente forte calo nel complesso energetico.

Mercato PP

Offerta buona e domanda tiepida pesano su venditori

L’attività è rimasta ferma andando verso agosto a causa delle festività di Eid al-Adha. L’offerta buona ha pesato in particolare sul PP omo rafia, mentre qualche venditore ha concesso leggeri sconti sui minimi dei range per stimolare l’interesse all’acquisto.

Mercato import ancora inferiore alla Cina

I prezzi del PP dall’Arabia Saudita sono a $1050-1060/ton per la rafia e $1140-1160/ton per la fibra CIF Turchia, soggetti al 6.5% dazio, indicando un calo di $10/ton sui minimi del range della fibra. La rafia russa è stata venduta a $1030-1050/ton a seconda del marchio.

La rafia turkmena è emersa fino a $1040/ton FCA, soggetto al 6.5% dazio, mentre la fibra di Azeri è stata riportata a $1150/ton con gli stessi termini.

La PP rafia dall’ Egitto è stata venduta a rollover su luglio a $1120-1130/ton DAP, cash.

I prezzi in Turchia sono leggermente inferiori al mercato di importazione della Cina, con la media settimanale dei prezzi venduta con uno sconti di $15-20/ton, Secondo il Price Index di ChemOrbis.

Mercato PE

LDPE riscontra piccole diminuzioni rispetto a HDPE, LLDPE

Non sono state rivelate così tante offerte per agosto per ora, mentre un venditore del Medio Oriente ha applicato ribassi di $30-40/ton dopo che i suoi prezzi erano vicini ai massimi del range a luglio.

Le offerte di LDPE, LLDPE e HDPE film dal Medio Oriente sono in calo di $980-1000/ton, $940-950/ton e $970-980/ton, rispettivamente, su base CIF, soggette al 6.5% di dazio a causa di un numero limitato di prezzi dalla regione.

I player hanno affermato, “I prezzi dell’ LDPE hanno registrato cali modesti durante lo scorso mese, diversamente dall’ LLDPE e HDPE per i quali i prezzi hanno avuto una pressione intensa dai carichi competitivi USA”.

Guardano gli Indici di ChemOrbis, la Turchia al momento sta vendendo con uno sconti di $10/ton per l’ LDPE, $28/ton per l’ LLDPE e $75/ton per l’ HDPE al mercato import cinese.

Outlook incerto pervade mercati PP, PE

Se il mercato verrà influenzato dalla domanda debole in vista delle ferie e offerta buona o il rialzo di €10/ton dell’etilene e il contratto stabile del propilene in Europa e la continua mancanza di premio della Turchia verso la Cina resta un punto di domanda per ora.

Un buyer ha sottolineato, “L’inaspettato aumento dell’etilene potrebbe aiutare i fornitori di PE a mantenere le offerte stabili, mentre la competitività delle origini USA potrebbe porre fine agli obiettivi rialzisti.” Un trader del PP ha commentato, “Nonostante la domanda debole per via delle ferie non ci aspettiamo grandi riduzioni dato che la chiusura dell’etilene in Europa e il già negativo netback con la Cina potrebbero supportare gli attuali livelli di prezzo.”

Sia i player del PP che del PE sposteranno la loro attenzione verso la Cina per misurare l’impatto delle crescenti tensioni commerciali con gli USA.
Prova Gratuita
Login