Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia, mercati PP e PE seguono direzioni opposte a settembre

di Merve Madakbaşı - mmadakbasi@chemorbis.com
  • 09/09/2022 (10:34)
La recente tendenza rialzista non ha avuto gli stessi effetti nei mercati delle poliolefine della Turchia a settembre. Finora i prezzi di PP e PE si sono mossi su percorsi opposti nel mezzo delle dinamiche prevalenti di domanda e offerta. Nel frattempo, la domanda calma dei mercati dei prodotti finiti permane intatta per entrambi i polimeri, per non parlare delle pressioni inflazionistiche generali.

Gli operatori sono ora preoccupati e si pongono alcune domande:

  • Il PP mostrerà un solido rimbalzo per la minore offerta?

  • Il PE toccherà presto il fondo dopo il calo di 5 mesi?

  • In che misura i tagli alla produzione possono bilanciare i problemi della domanda?


I venditori di PPH alzano i prezzi, i copolimeri devono ancora recuperare

Il sentiment per il PP è cambiato il mese scorso dopo una tendenza al ribasso di 17 settimane, poiché i margini ridottissimi e la scomparsa del premio rispetto alla Cina hanno incoraggiato i venditori ad adottare una posizione rialzista. Il mercato ha toccato il minimo nella seconda metà di agosto e l’assenza dei minimi precedenti ha attirato gli acquirenti sul mercato per ricostituire alcune scorte. I venditori hanno così emesso modesti aumenti per i carichi di PP-omo di settembre contando sulla base della loro buona performance di vendita ad agosto.

Nel frattempo, il delta tra Turchia e Cina si è allargato a circa $130/ton rispetto ai soli $50/ton di un mese fa.

I prezzi del PP-omo in leggero rialzo con cautela hanno avuto un impatto di ricaduta sui mercati dei copolimeri di PP, mentre le esportazioni ridotte dalla Corea del Sud e dall’Europa si sono aggiunte alla scena. Tuttavia, gli operatori hanno ammesso che la domanda non ha ripreso finora. Un distributore ha commentato: "Sebbene alcuni produttori abbiano interrotto le loro esportazioni verso la Turchia tra bassi margini e tagli dei tassi produttivi, la domanda poco brillante da parte dei consumatori unita a un’offerta sufficiente e tempestiva continua a pesare sui prezzi dei copolimeri".

I produttori regolari riducono le forniture di PP alla Turchia

Gli scarsi netback in Turchia hanno indotto alcuni fornitori regolari a ridurre i loro volumi di esportazione verso il paese da settembre, mentre altri si sono rivolti a diversi paesi di destinazione che offrono vantaggi in termini di trasporto, tra cui l’India. Inoltre, l’aumento dei prezzi dell’energia ha spinto alcuni importanti produttori di PP a tagliare la loro produzione, per non parlare dei fermi impianto non programmati.

La società egiziana PPE sta preparando a condurre presto un fermo impianto per manutenzione al suo impianto di PP da 400.000 ton/anno. Saudi Polymers si sta preparando a fermare la sua unità PP da 400.000 ton/anno a ottobre per una manutenzione programmata. SPC dell’Arabia Saudita ha chiuso una delle sue linee alla fine di agosto a seguito di un incidente minore. L’impianto ha una capacità totale di 280.000 ton/anno, secondo ChemOrbis Production Pro.
CIF Turkey – PP Raffia – Import Prices – LDPE – LLDPE – HDPE

Il calo del PE rallenta a settembre

Il mercato ha esteso le sue perdite per tutti i gradi di PE al quinto mese consecutivo, poiché la mancanza di domanda dai mercati dei prodotti finiti ha mantenuto gli acquisti di resina al minimo indispensabile. Il calo dei tassi di nolo, i problemi di liquidità e l’inflazione record che ha ridotto i consumi globali hanno giocato un ruolo chiave nei cali in corso.

Inoltre, la Turchia ha continuato a portare un buon premio sul mercato delle importazioni della Cina, a differenza del PP. Ciò ha anche trascinato ulteriormente i prezzi del PE verso il basso, anche se in misura minore rispetto ai mesi precedenti.

PE a un bivio: il mercato cambierà tendenza a ottobre?

Gli operatori hanno iniziato a chiedersi se la recente ripresa del mercato del PP avrà o meno un impatto sul PE nel breve termine. "Il PE potrebbe avvicinarsi al minimo del periodo poiché i prezzi sono già calati molto e alcuni consumatori potrebbero essere disposti a ricostituire le loro scorte. Inoltre, la crisi energetica in Europa e alcuni tagli alla produzione in tutte le regioni potrebbero sostenere il mercato", hanno affermato i trader.

Alcuni produttori mediorientali hanno riferito di avere una disponibilità limitata per alcuni tipi di HDPE a causa dei fermi temporanei o manutenzioni programmate in Medio Oriente. Tuttavia, un solido rimbalzo non sembra molto probabile nel breve termine date le attuali condizioni della domanda.

In effetti, i mercati delle poliolefine di importazione della Cina si sono spostati per lo più lateralmente questa settimana con le attività di rifornimento dirette ai materiali domestici. L’avvicinarsi delle vacanze, le misure Covid, i future volatili del petrolio e l’offerta interna sufficiente continuano a mantenere i venditori inattivi.

Secondo i dati medi settimanali di ChemOrbis, il premio della Turchia rispetto ai prezzi mediorientali in Cina si attesta a $120/ton per LDPE e a $150/ton per LLDPE e HDPE. Questi livelli erano al di sopra dei $200/ton a fine agosto. Ciò dimostra l’allentamento della pressione sul mercato delle importazioni della Turchia e sostiene l’opinione che i prezzi possano stabilizzarsi.

Le preoccupazioni globali sulla domanda rimangono intatte

Alcuni operatori si aspettano che i prezzi del PP seguano una tendenza da stabile a in rialzo a causa della riduzione dell’offerta, ma aggiungono che la mancanza di domanda dai mercati dei prodotti finiti limiteranno l’entità degli aumenti. Diversi trasformatori continuano a gestire le loro fabbriche a tassi più bassi per ovviare agli ordinativi limitati di prodotti finiti e l’impennata dei costi delle utenze.

Per quanto riguarda il PE, la tendenza dipenderà dall’entusiasmo degli acquisti tra i trasformatori, mentre anche il flusso di carichi americani rimarrà sotto stretta sorveglianza. Gli operatori hanno segnalato più offerte per carichi di LLDPE e LDPE da questa origine questo mese, anche se le spedizioni sono previste per ottobre. Le offerte di PE statunitensi hanno formato la fascia bassa dei range complessivi mentre si attestavano intorno a $20-40/ton al di sotto dei livelli mediorientali.
Prova Gratuita
Login