Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Turchia, player polimeri condividono considerazioni emerse durante il K

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 25/10/2016 (11:49)
Diversi player nei mercati dei polimeri della Turchia sono stati assenti dal mercato da metà della scorsa settimana, per partecipare alla fiera K che si tiene da 19 al 26 ottobre a Dusseldorf (Germania). I venditori e i buyer hanno condiviso le loro osservazioni con ChemOrbis.

Un produttore globale di PP e PE ha riportato “Saremo al K fino a giovedì. L’evento ha attratto molti visitatori. Per quanto riguarda la domanda, le vendite di LDPE sono buone, mentre non abbiamo chiuso molte trattative per il PP per ora”.

Un trader di PP ha citato l’offerta limitata dall’Egitto, Arabia Saudita e Iran, sottolineando “Abbiamo rialzato i prezzi del PP fibra dall’Iran di $15/ton rispetto alle trattative della scorsa settimana e abbiamo intenzione di rimanere fermi sugli ultimi livelli di offerta. Alcuni produttori dell’Iran non hanno materiale sufficiente, mentre abbiamo sentito che il mercato domestico sta andando bene”.

In generale, l’interesse all’acquisto per il PP resta più debole rispetto al PE. Un trader ha riferito “Il sentimento non era per un trend in forte rialzo durante la fiera. Ciò nonostante abbiamo rifornito in parte le scorte e venduto del materiale. L’offerta di LDPE e HDPE è in generale limitata, facendo salire i prezzi del PE in maniera più forte rispetto al PP. Anche se i buyer non accettano i prezzi attuali del PP, i costi stanno rendendo queste offerte ragionevoli”.

Secondo i player, la domanda di PP, PVC e PE dal mercato indiano è stata particolarmente vivace. Un trader ha affermato “La partecipazione alla fiera è stata alta, mentre l’atmosfera globale è per un trend in rialzo. Abbiamo sentito che le fonti di PVC degli USA hanno venduto ampi volumi ai buyer dell’India. Tuttavia, per i player in Turchia, il commercio non è stato molto forte, poiché i venditori globali non hanno venduto in maniera aggressiva, considerati i problemi nel mercato turco come quelli per la riscossione del credito, la domanda debole e i disordini politici”. Il trader ha aggiunto che i fornitori hanno espresso attese rialziste per il mercato del PVC della Turchia nel breve termine, in base all’offerta limitata.

Un distributore ha commentato “Alla fiera K hanno partecipato circa 3220 persone con circa 113 società dalla Turchia. Il mercato del PE degli USA è in forte rialzo al momento, per cui i venditori degli USA ci hanno riferito che sono riluttanti ad esportare materiale, poiché la domanda supera l’offerta nel loro mercato domestico. In termini di trading, l’attività per i player della Turchia non è stata forte a causa della domanda debole nel paese”.

Intanto, sono emerse voci secondo cui i trasformatori di packaging della Turchia hanno mostrato un forte interesse verso i macchinari per la lavorazione tra cui affettatrici e stampanti durante la fiera. Un venditore ha affermato “Questo ci porta a credere che il 2017 possa essere un anno di nuovi investimenti per l’industria, e questo è incoraggiante”. Un trasformatore ha confermato “E’ vero che i produttori hanno dei piani di investimento. Allo stesso tempo restano però cauti, in quanto hanno bisogno di seguire gli sviluppi in Turchia andando verso il nuovo anno”.


Prova Gratuita
Login