Skip to content




Mercati

Asia Pacifico

  • Cina
  • SEA & India
  • (Indonesia, Vietnam, Malaysia, Singapore, Philippines, Thailand, India)
  • Europa

  • Italia
  • Nord Europa
  • (Austria, Belgio, France, Germania, Paesi Bassi, Svizzera)
  • Africa

  • Egitto
  • Africa
  • (Algeria, Tunisia, Libya, Marocco, Nigeria, Kenya, Tanzania, Sudafrica)

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

USA, produzione shale oil aumenterà con prezzi superiori a $40/ton

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 02/03/2016 (10:16)
Secondo quanto riportato dai media, le principali società di shale oil degli USA sono pronte ad accrescere la produzione se i prezzi del petrolio torneranno sopra la soglia di $40-45/barile; dall’altra parte, un calo della produzione di petrolio degli USA faciliterebbe la riduzione dell’eccesso di offerta di greggio globale, e a far risalire i prezzi del petrolio. E’ stato riportato che, in precedenza, per incrementare la loro produzione, le società di shale oil avevano bisogno che i prezzi fossero superiori a $60/barile.

Intanto, gli analisti globali hanno commentato che i prezzi del petrolio continueranno a subire una pressione dell’eccesso di offerta, che dal 2014 ad oggi ha superato 1 miliardo di barili, ignorando i cambiamenti riguardanti la produzione di petrolio da parte dei principali produttori.

In precedenza, nel suo outlook per il medio termine, l’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) aveva riportato che i mercati del petrolio torneranno ad essere in equilibrio nel 2017, grazie ad un calo della produzione di petrolio degli USA. Tuttavia, secondo l’agenzia, questo calo sarebbe temporaneo, poiché si aspetta che la produzione di petrolio degli Stati Uniti registri nuovi record entro il 2021.
Prova Gratuita
Login