Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Uno sguardo ai mercati asiatici ed europei di PET nel 2018: Offerta corta globale spinge prezzi ai massimi degli ultimi anni

  • 20/12/2018 (12:27)
I mercati spot del PET in Europa e Asia hanno seguito un trend rialzista nei primi tre trimestri del 2018, sostenendo il trend iniziato nella seconda metà del 2017. I prezzi hanno toccato i livelli massimi degli ultimi anni a giugno in Asia, mentre l’Europa ha raggiunto il suo picco a settembre.

Il trend rialzista è stato guidato dalle interruzioni programmate e non delle unità di materie prime e derivati a livello globale che hanno aperto la strada a tagli e spostamenti di allocazioni.

Mercato PET di esportazione della Cina ha sostenuto trend rialzista nonostante bassa stagione

Dopo aver seguito un trend per lo più rialzista da circa maggio 2017, i prezzi del PET di esportazione fuori dalla Cina hanno continuato a salire nel 2018, nonostante la bassa stagione. I mercati forti delle materie prime, in cui il petrolio ha toccato i massimi degli ultimi tre anni a inizio 2018, i fermi impianto e la domanda buona dai mercati extraregionali sono stati indicati come cause principali dietro il trend rialzista.

La Cina tocca i massimi degli ultimi 5 anni a giugno

Secondo il Price Index di ChemOrbis, il mercato del PET di esportazione della Cina ha toccato i massimi a inizio giugno, segnando il picco degli ultimi cinque anni in media. I dati mostrano che i prezzi sono aumentati di circa il 55% da maggio 2017 a giugno 2018.

Sudest Asiatico segue la Cina rialzista

Nei mercati dell’import del Sudest Asiatico è stato osservato un trend simile. Come si può vedere dal grafico che segue, creato con il Price Index di ChemOrbis, i prezzi medi di diversi mercati come Filippine, Indonesia, Tailandia, Malesia e Vietnam hanno raggiunto i livelli massimi da settembre-ottobre 2013 a inizio giugno.



Alta stagione rafforza trend rialzista nel 2° trimestre in Europa, Asia

La domanda buona grazie all’alta stagione ha aperto la strada ad aumenti senza sosta nel periodo compreso tra aprile e giugno, sia in Europa che in Asia.

I prezzi di PET europeo sono aumentati in modo costante da novembre 2017 mentre il trend rialzista ha acquisito velocità nel secondo trimestre a causa di una serie di fattori tra cui la domanda forte, l’offerta corta di PET resina e di PTA e i costi di supporto delle materie prime.

Forza maggiore BP su offerta di PTA durata circa tre mesi

Non sono la stagionalità, ma anche le preoccupazioni per l’offerta hanno contribuito al trend rialzista dei prezzi di PET.

La dichiarazione di forza maggiore da parte di BP a inizio aprile si è aggiunta al trend già rialzista nel mercato del PET in Europa. L’offerta corta è stata aggravata dalla forza maggiore di JBF su una delle linee di PET a Geel a causa della mancata fornitura di PTA da parte di BP.

Mercati europei PET in rialzo per dieci mesi consecutivi

In Europa, i prezzi spot del PET sono aumentati in modo costante per dieci mesi consecutivi, fino a raggiungere il picco nella seconda settimana di settembre di quest’anno. L’offerta corta nel mercato spot e il flusso limitato delle importazioni hanno fatto crescere i prezzi di PET ai massimi degli ultimi sei anni e mezzo in Italia.

Prezzi spot PET in Italia toccano massimi degli ultimi sei anni a settembre

Il Price Index di ChemOrbis mostra che i prezzi spot medi settimanali del PET in Italia hanno raggiunto i livelli massimi da marzo 2012, mentre il Nord Europa ha toccato i massimi di sempre da quando ChemOrbis ha iniziato a tenerne traccia nel 2014.

Trend in calo nel 4° trimestre in Asia ed Europa

Il trend ribassista è iniziato poco prima dell’ultimo trimestre in Cina, mentre l’Europa ha iniziato a perdere terreno a ottobre. Il Price Index di ChemOrbis ha registrato una diminuzione complessiva di circa il 20-21% in media da allora.


Prova Gratuita