Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Utili società petrolifere e petrolchimiche colpiti da margini in calo nel 2019

di Başak Ceylan - bceylan@chemorbis.com
  • 11/02/2020 (12:17)
In un periodo di prezzi di vendita in calo e di rallentamento globale della crescita economica, le maggiori società petrolifere e petrolchimiche hanno riportato finora profitti deludenti. Molti produttori hanno fatto fatica a restare in territorio proficuo nell’ultimo trimestre del 2019 e i risultati finanziari di molti hanno indicato perdite massicce.

In Medio Oriente,
Saudi Kayan ha visto una perdita di SAR167 milioni ($45 milioni) nel quarto trimestre, contro la perdita netta di SAR110 milioni ($29 milioni) nello stesso trimestre dell’anno precedente. L’ampiamento della perdita dell’ultimo trimestre è dovuto in parte ai prezzi di vendita in calo nonostante la produzione in crescita e in parte dalle vendite.

SABIC, il maggiore produttore petrolchimico del Medio Oriente, ha visto una perdita di SAR72 milioni ($19 milioni) nel quarto trimestre dello scorso anno, in notevole calo dall’utile netto di SAR3.22 miliardi ($858 milioni) dell’anno precedente.

Come per l’altro produttore saudita Kayan, la perdita netta trimestrale è stata in parte attribuita ai prezzi di vendita in calo.

In Asia e nel Sudest Asiatico,
Nei nove mesi terminati il 31 dicembre (che corrispondono al terzo trimestre dell’anno finanziario in Giappone), le vendite di Mitsui Chemical Groupsono state colpite dal calo dei costi di nafta e carburanti e delle altre materie prime.

Gli utili operativi del produttore giapponese sono diminuiti del 29% rispetto allo stesso periodo dell’anno fiscale precedente a 53 miliardi di yen ($483 milioni), come risultato dei termini di trading non favorevoli.

Il produttore ha inoltre dichiarato che le performance di PE e PP sono state colpite dalla domanda in calo dei prodotti per packaging.

Nello stesso periodo fiscale, Mitsubishi Chemicals ha riportato un calo annuo del 32% degli utili operativi a 181 miliardi di yen ($1.7 miliardi). Nel segmento petrolchimici, gli utili operativi sono diminuiti di oltre due terzi a 2.8 miliardi di yen ($25 milioni). La società ha dichiarato che le recenti cifre sono dovute al calo dei prezzi delle materie prime.

In Corea del Sud, LG Chem ha riportato una perdita netta di 57 miliardi di won ($48 milioni) nel quarto trimestre del 2019, rispetto agli utili netti di 127 miliardi di won ($107 milioni) nello stesso periodo del 2018.

La società Indiana Reliance Industries ha riferito che gli utili dal settore petrolchimico è stato impattato dal calo significativo dei margini dei petrolchimici per le nuove capacità, le scorte ampie e il rallentamento globale della domanda. Nel terzo trimestre dell’anno fiscale indiano, gli utili di Reliance dal settore petrolchimico sono diminuiti del 19.1% anno su anno a $5.2 miliardi.

In Europa,
Il principale produttore di petrolio e gas Royal Dutch Shell ha dichiarato che l’utile netto del quarto trimestre è crollato del 48% a $2.9 miliardi. La società ha dichiarato che i risultati sono stati riflessi sull’economia più debole che ha colpito i margini, soprattutto nei segmenti della raffinazione e dei chimici.

LyondellBasell Industries ha annunciato che gli utili netti dell’ultimo trimestre del 2019 sono stati di $6123 milioni, in calo di $80 milioni sull’anno precedente. Il produttore dei Paesi Bassi ha riportato un calo dei risultati del settore chimico pari a $165 milioni a causa del calo dei margini di tutti i prodotti e dei volumi ridotti.

Negli USA,
Chevron e ExxonMobil, i due maggiori gruppi petroliferi negli USA, hanno riportato performance più deboli nel quarto trimestre, con una perdita netta riportata per la prima volta dal 1999 dalla divisione chimica di ExxonMobil.

Il segmento dei chimici di ExxonMobil ha visto una perdita di $355 milioni, contro l’utile di $737 milioni dell’anno precedente. Il segmento dei derivati è diminuito di $1.8 miliardi dall’anno precedente a $898 milioni nell’ultimo trimestre del 2019, mentre gli utili del quarto trimestre sono diminuiti del 5% rispetto all’anno precedente, a $5.7 miliardi.

La Chevron Corporation ha riportato una perdita di $6.6 miliardi nel quarto trimestre del 2019, rispetto agli utili di $3.7 miliardi nell’ultimo trimestre del 2018. Questo segna la perdita trimestrale più forte di Chevron di sempre.

Anche se l’ultimo trimestre di Trinseo ha visto un utile netto di $7 milioni, superiore all’anno precedente pari a $6 milioni, i prezzi in calo, soprattutto delle materie prime, hanno portato a un calo del 13% delle vendite nette. Le vendite nette del produttore di PS sono state di $176 milioni nel trimestre, in calo del 26% rispetto all’anno precedente a causa dei costi in calo dello stirene e dei volumi di vendita in diminuzione in Europa.

Dow Chemical Company ha visto un calo delle vendite nette del 15% sull’anno precedente a $10.2 miliardi, a causa dei prezzi locali in calo in tutti i segmenti operativi e della flessione dei prezzi del petrolio.

Prova Gratuita