Skip to content

Opzioni Filtro
Testo :
Criteri Ricerca :
Regione/Paese :
Gruppo Prodotto/Prodotto :
Tipo Notizia :
Preferiti:
 

Vendite PS, ABS non migliorano dopo leggere revisioni in Europa

di Ufficio Redazione ChemOrbis - content@chemorbis.com
  • 27/07/2020 (17:58)
In Europa, le richieste iniziali di aumento che arrivavano fino a €95/ton per il PS e €110/ton per l’ABS sono state riviste per via della domanda in calo per entrambi i prodotti, come anticipato in precedenza.

Le trattative del PS di luglio sono state principalmente chiuse con aumenti minori rispetto all’aumento dello stirene dato che i fornitori hanno rivisto le offerte iniziali per stimolare le vendite. Le trattative sono state concluse principalmente con aumenti di €60-80/ton nella maggior parte dei casi. Nonostante queste revisioni, i buyer hanno continuato ad acquistare solo il minimo indispensabile o a saltare gli acquisti dato che le loro scorte sono sufficienti.

Un distributore ha affermato, “La domanda è rimasta debole per via delle attività di pre-buying dei buyer a maggio e giugno. Inoltre, molti player sono fuori dal mercato per le vacanze estive.”

Sulle trattative dell’ABS di luglio sono passati aumenti di €60-100/ton. In alcuni casi sono stati riportati anche aumenti di €50-55/ton. L’interesse all’acquisto complessivo per l’ABS è rimasto debole dato che i buyer hanno saltato gli acquisti a luglio nonostante la disponibilità limitata.

Le aspettative di agosto per gli stirenici sono da stabili a in leggero rialzo per via dei leggeri aumenti dello stirene spot. Nel frattempo, il contratto del butadiene di agosto è stato siglato in rialzo di €35/ton.

I venditori potrebbero tentare di aumentare le offerte per un altro mese, mentre la pausa estiva potrebbe ostacolare gli aumenti. I buyer hanno affermato, “I prezzi del PS dovrebbero rimanere invariati anche se il contratto registrerà un aumento. La domanda dei derivati bassa determinerà il trend del mercato ad agosto.”
Prova Gratuita
Login